rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Sport

La Curva Nord non ci sta: vigileremo sull'Udinese

Dopo l'inizio di stagione deludente e la mancanza di colpi di mercato i tifosi bianconeri fanno sentire la propria voce

Tifosi -  sentinella: saranno così d'ora in avanti gli ultras della Curva Nord, pronti a vigilare su quanto accadrà dentro e fuori dal campo dell'Udinese. Sostenitori stufi di vedere poca determinazione, poco impegno ma soprattutto poco attaccamento ad una maglia, quella dell'Udinese, che racchiude 120 anni di storia del calcio ma soprattuto del Friuli. 

Quel Friuli che per motivi di sponsor è stato scavalcato da una Dacia Arena, quel Friuli fatto di gente orgogliosa che non è pronta a sacrificare la propria fede nel nome del "dio Denaro", quel Friuli pronto sempre e comunque ad onorare la maglia della squadra della propria città.

I pazienti tifosi bianconeri si sono fatti sentire questa mattina con un comunicato stampa diramato dalla curva Nord dopo un inizio di stagione deludente e una sessione di calciomercato disarmante, dove l'unico giocatore che si era leggermente distinto dal piattume visto in campo sia contro il Chievo che contro la Spal, Cyril Thereau è stato venduto e rimpiazzato da Maxi Lopez, scambio non gradito dalla Curva.

Un comunicato scritto con il cuore e composto da pochi ma essenziali punti, una protesta fatta non per andare lontano in classifica, ma per non perdere il sostegno di un'intera curva, di quel dodicesimo giocatore in campo che, finora c'è sempre stato, ma che se non vedrà un'inversione di tendenza potrebbe non esserci più. 

"Prendiamo atto delle operazioni di mercato degli ultimi giorni, scelte societarie che non condividiamo - si legge nella nota. Siamo stati pazienti e tolleranti, in questi anni abbiamo visto erodere l'immagine di solidità e concretezza che, a detta di tutti, ci aveva contraddistinto. Vogliamo un gioco adeguato a oltre 120 di storia dell'Udinese, ma anche impegno e determinazione in campo e fuori dal rettangolo di gioco. Non permetteremo a nessuno di calpestare e sacrificare la nostra fede in nome del "dio denaro" che non ci appartiene e il nostro unico obiettivo è che la squadra onori la maglia che indossa. Resteremo vigili - conclude il comunicato - per valutare impegno ed attaccamento all'Udinese da parte di tutti, nella speranza di cogliere segnali confortanti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Curva Nord non ci sta: vigileremo sull'Udinese

UdineToday è in caricamento