menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udinese - Chievo 1:2, addio alla Coppa Italia nei minuti finali

L'Udinese va subito sotto con uno svarione difensivo, si danna l'anima per recuperare e ce la fa con Di Natale sul finale. A tempo scaduto subisce la seconda rete e saluta la competizione

Come dice Francesco Guidolin, non si può pretendere che i giovani non sbaglino mai. Fino a questo momento era successo poche volte, al Friuli solamente contro l'Arsenal, avversario di altro spessore rispetto al Chievo.

Rispetto alla partita di Champions con gli inglesi erano anche altri gli interpreti, ma il risultato è lo stesso. La delusione è minore, ma probabilmente non si è considerato a sufficienza che alla semifinale sarebbe mancata solamente la partita contro il Siena. Il tifoso medio non ne fa un dramma, si rassegna e pensa al fatto che i suoi beniamini sono ancora in corsa per le due competizioni più importanti.

L'inizio è difficoltoso, con la rete dell'ex Sammarco che costringe l'Udinese a un'altra partita, differente da quella che il suo allenatore aveva pensato. Da quel momento in poi iniziano i tentativi di recupero, che si concretizzano quando ormai tutto sembrava compromesso. Eurogol di Di Natale, con un esterno destro su punizione che vale il patimento del freddo che entra  nelle ossa. Tutti pensano ai supplementari, ma Thereau chiude i conti del match, portando meritatamente i suoi ai quarti di finale.

Le pagelle:

Handanovic, 6,5; Ekstrand 5, Danilo 6, Ferronetti 5,5 (dal 75' Torje, 5,5); Pereyra 5 (Dal 46' Basta 6,5), Abdi 5,5, Sissoko 5, Fernandes 5,5, Pasquale 6; Fabbrini 5 (Dal 46' Floro Flores 5,5), Di Natale 7

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento