menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udinese ancora a secco, col Cagliari solo un punto. La cronaca

L'Udinese c'è ma non segna. Tengono botta i ragazzi di Guidolin che pur dovendo far fronte all'ennesimo impegno in pochi giorni arginano bene il Cagliari e hanno diverse chance per guadagnare i tre punti: nessuna però va a buon fine

Udinese e Cagliari pareggiano al Friuli: un risultato che sta stretto all’Udinese e che penalizza la formazione di Guidolin in chiave classifica. Il Cagliari non ruba ma onestamente il punto con cui la squadra di Ballardini torna a casa vale oro. C’è allora di stringere i denti, come ha ricordato mister Guidolin in settimana, e ringraziare il Palermo, autore di una goleada alla Lazio.

Primi minuti non proprio emozionanti: dopo un numero di Thiago Ribeiro (l’unico di tutta la partita) si lotta a centrocampo ma gli automatismi mancano. Senza Isla, Pinzi e Asamoah (alla fine in tribuna) l’iniziativa non è ficcante: ci prova Torje a smuovere le acque, non sempre efficacemente. L’occasione più pericolosa è su punizione al 19’: il sinistro di Domizzi però è preda di Agazzi. Un minuto dopo è Basta a fendere la difesa cagliaritana sulla destra, il suo spunto è raccolto da Floro Flores che allarga per Armero: la conclusione in diagonale del colombiano però è da dimenticare.

Ci si addormenta fino al 29’ quando dai piedi di Abdi nasce un’altra occasione nitida: dalla destra lo svizzero fa secco Aztori e poi accentra, Floro Flores raccoglie e scarica a Fernandes che inventa un velo per Pazienza, il suo tiro però è debole e centrale.

Al 37’ Gelson Fernandes si divora l’1 a 0. Gran lavoro di Torje sulla destra che dopo aver portato a spasso mezza difesa dal fondo riesce a crossare sul secondo palo, solo soletto Fernandes sceglie di schiacciarla: fuori.

Acuto del Cagliari allo scadere del primo tempo: combattono su un pallone al limite dell’area Pinilla e Danilo, il cileno sul rimpallo tira fuori dal cilindro una volee precisissima verso l’angolino alto a sinistra. Handanovic però gli nega la gioia del gol confermando di non soffrire lunghi minuti di inattività. Dopo un minuto è sempre l’estremo difensore bianconero ad essere chiamato in causa su uno spiovente a sorpresa di Ekdal.

Gli animi si surriscaldano nella ripresa: nonostante un Cagliari non irresistibile, dopo l’ingresso di Ibarbo e Ariaudo, Benatia e Domizzi si fanno ammonire.

A esacerbare la frustrazione bianconera anche un salvataggio sulla linea di ‘faccia’ di Agostini. Cross di Torje dalla destra, Pazienza sfonda in area ma ad Agazzi battuto ci pensa il difensore a metterci la nappa.

Più che a costruire Udinese e Cagliari pensano a disinnercarsi a vicenda e il risultato non è spettacolare.

Al 26’ però Floro Flores si mangia le mani: cross di Armero dalla tre quarti sinistra, l’attaccante napoletano arriva giusto sul pallone e devia verso il secondo palo ma la sfera finisce a lato per un soffio.

Timbra il secondo cartellino in questa stagione anche Paulo Vitor Barreto. Il ragazzo di Rio arrivato giovanissimo a Udine era fra i convocati, dopo una lunga assenza dovuta ai suoi continui malanni muscolari. Guidolin decide di mandarlo nella mischia. E proprio lui costringe Agazzi alla prodezza, al 35’. Il suo tiro-cross dalla destra non scavalca il portiere del Cagliari, l’accorrente Armero non inquadra poi la porta sulla respinta.

Arriva così un nuovo 0-0, dopo quello con il Paok. La fotografia attuale è la seguente: l’Udinese ci prova, non si arrende, combatte….eppure il pallone non entra.  A.A.A. bomber cercasi……

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento