menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto © Udinese.it

Foto © Udinese.it

Udinese: sconfitta secca in Austria contro il Bayer Leverkusen

L'amichevole contro i tedeschi finisce con un passivo pesante per la formazione bianconera. Le reti di Rolfes, Kiessling e Son decidono il match di Puch. Pesante incertezza di Kelava sul vantaggio delle "aspirine"

Nell'amichevole di lusso contro il Bayer Leverkusen mister Bortoluzzi si affida al classico e collaudato 3-5-1-1. Il capitano bianconero Antonio Di Natale gioca dal primo minuto come unica punta sostenuta dal trequartista Pereyra, mentre il centrocampo inedito e imbottito di giovani sostiene la manovra della formazione bianconera, creando buone trame di gioco. Dopo 7 minuti Heurtaux non va lontano dal bersaglio grosso, per il Bayer risponde qualche minuto più tardi Kiessling, che perde l'occasione buona lasciando scivolare via il pallone da posizione centrale.

Al 16' Di Natale illumina la scena con colpi di classe: prima colpisce il palo direttamente dalla bandierina, poi riprende la sfera e semina il panico in area di rigore tedesca. Scampato il pericolo, il Bayer tenta di riorganizzarsi, ma soffre l'iniziativa delle zebrette e rischia nuovamente al 21' sull'inserimento di Badu. Il ghanese, però, non trova l'angolo giusto col destro in diagonale. L'Udinese continua a macinare gioco e a creare occasioni: al 23' Domizzi conquista una preziosa punizione dal limite dell'area e Di Natale stampa la palla sulla traversa.

GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

Con i bianconeri padroni del campo, il Bayer Leverkusen trova incredibilmente il vantaggio su calcio d'angolo: Kelava e i difensori bianconeri lasciano passare il cross proveniente dalla bandierina in mezzo all'area piccola e Rolfes, appostato sul secondo palo, non fallisce da distanza ravvicinata. I bianconeri sentono il contraccolpo del gol subìto e l'inerzia del match cambia direzione. Kelava, con la collaborazione di Heurtaux, si riscatta fermando Bender lanciato a rete, ma non può nulla su Kiessling al 34'. Il portiere croato compie un primo prodigioso intervento sulla conclusione del numero 11 tedesco, ma è impotente sulla ribattuta a colpo sicuro dell'attaccante che manda il Bayer negli spogliatoi con il doppio vantaggio. 

Nell'intervallo Bortoluzzi rivolta la squadra come un calzino proponendo undici nuovi giocatori in campo, ma dopo una bell'inizio di marca friulana con un'occasione per Pinzi sventata da un'uscita provvidenziale di Leno, i bianconeri incassano il punto del 3-0 firmato dall'asiatico Son. Le zebrette traballano nuovamente al 27' quando solo la traversa ferma lo spunto di Boenish. Lazzari prova a dare la scossa alle zebrette con un diagonale che lambisce il palo alla sinistra di Leno, ma la differenza di preparazione tra le due squadre si fa sentire. All'86 lampi di Udinese: Pinzi lancia Lazzari in profondità, l'ex atalantino stoppa il pallone in corsa ma non riesce ad imprimere la forza necessaria per battere Leno.

BAYER LEVERKUSEN-UDINESE 3-0

MARCATORI: 27'pt Rolfes, 34' pt Kiessling, 16'st Son

BAYER LEVERKUSEN (4-3-1-2): Leno, Donati (1'st Hilbert), Toprak, Spahic (1'st Castro), Stafylidis (1'st Boenish), Bender (37'st Oztunali), Reinartz, Rolfes, Hegeler (37'st Kohr), Sam (1'st Son), Kiessling (20'st Milik). Allenatore: Sami Hyypia. A disposizione: Cacutalua, Palop, Zenga, Meffert.

UDINESE (3-5-1-1): Kelava (1'st Pawlowski), Heurtaux (1'st Naldo), Danilo (1'st Coda), Domizzi (1'st Bubnjic), Widmer (1'st Basta), Badu (1'st Jadson), Allan (1'st Pinzi), Merkel (1'st Lazzari), Pasquale (1'st Gabriel Silva), Pereyra (1'st Vydra), Di Natale (1'st Ranegie). Allenatore: Boroluzzi. A disposizione: Scuffet, Zielinski, Mlinar, Bruno Fernandes.

ARBITRO: Hamsic di Salisburgo. Assistenti: Fucshuber e Haufsnaiter.

(udinese.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento