Il torneo studentesco di pallavolo femminile organizzato dall'Afds Udine

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Si concluderà mercoledi 13 maggio il primo torneo di pallavolo femminile organizzato dalla Associazione Friulana Donatori di Sangue con le sue sezioni studentesche. La palestra del PalaCus di Udine, in via delle Scienze nei pressi del plesso universitario dei Rizzi, sarà il teatro della sfida in cui quattro squadre si contenderanno l'ambito trofeo. Nove squadre si sono incontrate nel corso del mese di aprile, divise in gironi , direttamente nelle rispettive palestre . Al termine delle combattutissime fasi eliminatorie, queste sono le squadre che scenderanno in campo : l'It Deganutti contro l'It Zanon per la prima semifinale, e il Liceo Percoto contro il liceo Stellini, per la seconda. Le vincitrici si scontreranno per il primo posto del trofeo, mentre le perdenti per la finalina del terzo e quarto posto. A detta del responsabile delle sezioni studentesche Carlo Pavan, è stata una avvincente iniziativa che ha coinvolto inizialmente nove istituti, e che ha voluto fare il paio con il parallelo torneo di calcetto maschile svoltosi sui campi della ASD Bearzi lo scorso novembre "Era giusto dare spazio non solo ai ragazzi, ma per equità di trattamento anche alle ragazze, e pertanto, visto il successo riscosso dalle due iniziative, questo primo tentativo troverà sicuramente un migliore svolgimento nel corso del prossimo anno scolastico, quando sarà richiesto di inserire tale iniziativa nell'ambito del Piano di formazione annuale, assieme a tornei più famosi come il "E.Cernich" di basket". Le sezioni studentesche dell'Afds sono una bellissima realtà nella quale, lo scorso anno oltre tremila studenti attivi iscritti, hanno portato oltre 2700 sacche di sangue e plasma ai centri trasfusionali della nostra provincia, tramite una organizzata rete di prelievi direttamente negli Istituti scolastici mediante l'utilizzo della autoemoteca mobile associativa, che raccoglie direttamente sul territorio sangue e plasma dai nuovi e vecchi donatori. Anche questa iniziativa fa parte di quelle che ci si augura possano fare da cassa di risonanza al dono del sangue, indispensabile per avvicinare sempre più giovani a questo gesto. Gli organizzatori sperano di poter vedere un pubblico interessato e numeroso, che possa applaudire le atlete che si affronteranno per contendersi il titolo. "Una schiacciata all'indifferenza... insieme per donare" è lo slogan della manifestazione. E talvolta è proprio l'indifferenza che deve essere combattuta e sconfitta, per far in modo che l'interesse intorno a queste iniziative e alle donazioni di sangue diventi motivo di avvicinare tante persone al mondo dell'associazionismo e al dono spontaneo, anonimo e volontario. L'ingresso è libero e il divertimento è assicurato!

Torna su
UdineToday è in caricamento