menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torneo delle regioni, i giovanissimi volano in semifinale

La formazione allenata da Vacca passa i quarti di finale battendo la Toscana ai calci di rigore

Gli undici metri come spartiacque tra passato e presente per Giuseppe Vacca. Lo scorso anno, in Sardegna, la formazione Giovanissimi del Fvg venne infatti eliminata in semifinale – senza mai perdere – dall’Umbria soltanto ai calci di rigore. Nell’edizione di casa, invece, i portacolori regionali superano l’ostacolo dei quarti di finale proprio dal dischetto e volano al penultimo atto del Torneo delle Regioni - in programma domani alle 10 a Sevegliano – dove affronteranno l’Umbria in un replay che per Forte e compagni ha tanto il sapore della rivincita. Sarebbe ingiusto, però, collegare la qualificazione dei ragazzi di Vacca soltanto alla Dea bendata o al portiere del Pordenone Enrico Colesso – capace di neutralizzare due penalty toscani – perché quella friulana è una squadra vera. Fortissima dalla cintola in su, come ci aspettava, ma capace di trovare in corso d’opera anche una difesa “monstre” forgiata dal tandem tutto targato Ancona Cargnello-Tomat e capace di neutralizzare anche le bocche da fuoco più temibili.

L’unica pecca su cui lavorare resta sempre la poca concretezza sottoporta che, questa volta, ha rischiato davvero di costare carissimo in una gara dominata dal primo all’ultimo minuto. Neanche il tempo di scendere in campo, infatti, e il Fvg è già in vantaggio: retropassaggio sciagurato di Monaco, Del Piero veste i panni del furetto, si avventa sulla sfera, scarta Camilloni in uscita disperata e deposita a porta vuota la palla dell’1-0. La formazione di casa preme, all’11’ Forte stecca la chance del raddoppio facendosi ipnotizzare dal portiere avversario – che si ripeterà in uscita bassa sullo stesso attaccante del Trieste Calcio al 31’ – prima che De Anna inneschi il turbo sulla sinistra e pennelli al centro un traversone su cui sempre Forte apre troppo il piattone mancando il raddoppio. Nerozzi ridisegna la Toscana e, quantomeno, nella ripresa rischia molto di meno senza, però, impensierire la difesa friulana. Fino al terzo di recupero quando su azione d’angolo la terza linea di Vacca si addormenta: corner battuto corto, cross al centro di Petroni e Migliorini impatta in tuffo.

È una doccia fredda, anzi, gelata, per  il Fvg costretto a giocarsi tutto ai rigori. Penalty che cominciano malissimo con l’errore di Pizzul, ma poi sale in cattedra Colesso che si oppone a Bianchi e rimette in carreggiata i Giovanissimi. Si va ad oltranza: Roman è un autentico cecchino e il portierino neroverde vola sulla sua sinistra per respingere il pallone di Chellini che vale la semifinale. Ed è giusto, giustissimo, così. 

Friuli Venezia Giulia (4-3-3). Colesso; Roman, Cargnello, Tomat, Pizzul; Damuzzo, Sibilia, Giabbai; De Anna (28’st Baruzzo), Forte (16’st Lutman), Del Piero (31’st Cossovel). All. Vacca.

Toscana (3-5-2). Camilloni; Monaco (26’pt Chellini), Petroni, Corradi (28’st Paoli); Bianchi, Donati, Biagi, Mencarini (34’st Andreini), Bini (1’st Ferranti); Khadim (20’st Bartolini, 31’st Migliorini), Mussi (9’st Treversari). All. Nerozzi.

Arbitro. Lamannis di Udine.

Marcatori. Al 4’ Del Piero; Nella ripresa, al 38’ Migliorini.

Sequenza rigori: Sibilia (F): gol. Biagi (T): gol. Pizzul (F): parato. Paoli (T): gol. Damuzzo (F): gol. Migliorini (T): gol. Tomat (F): gol. Bianchi (T): parato. Baruzzo (F): gol. Andreini (T): gol. Roman (F): gol. Chellini (T): parato.

Note. Ammoniti: Tomat (F) e Mencarini (T). Angoli: 4-1 per il Friuli Venezia Giulia. Recupero: 1’ e 6’. Spettatori: 150 circa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento