menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udinese: studiamo il Braga a meno di una settimana dal preliminare

Analizziamo meglio i futuri avversari dei bianconeri, tra storia del club e giocatori biancorossi. Il Braga sotto la lente d'ingrandimento

Guidolin l'ha detto. "Con il Braga dovremo dare il massimo." Ed è così. Lo Sporting Braga, pur poco conosciuta, è una squadra di carattere e molto solida. Alcune individualità sono molto interessanti, e più di una squadra europea ha seguito dei giocatori biancorossi. Ma analizziamo meglio i prossimi avversari dell'Udinese.

Fondato nel 1921, il club ha adottato lo stemma della città, la Madonna con il Bambino. La Vergine è anche ritenuta protettrice del Club. Il colore originale della società era il verde, ma venne cambiato negli attuali negli anni '30, quando l'allora allenatore Szabo vide una partita dell'Arsenal a Londra e se ne innamorò. Per questo motivo, la società è soprannominata Arsenalistas, o Arsenal di Minho, provincia dove sorge la città di Braga.

Il Palmares della società portoghese non è molto nutrito, conta solamente due coppe: una Coppa Nazionale (nella stagione 1965/66) e la Coppa Intertoto, nel 2008. Nella stagione 09/10 è arrivato secondo in campionato, guadagnandosi l'accesso alla Champions League. Nella stagione successiva arriva terzo nei gironi della massima competizione europea e passa in Europa League. Con una cavalcata straordinaria, arriva in finale contro i connazionali del Porto, perdendo per una rete a zero.

In questa stagione, il Braga è cambiato molto. A cominciare dall'allenatore. Con la partenza di Leonardo Jardim, approdato all'Olympiakos, la società ha puntato su Josè Peseiro, svincolato dopo la deludente esperienza con la nazionale dell'Arabia Saudita. Peseiro era l'allenatore dello Sporting Lisbona nel preliminare di Champions del 2006, quando l'Udinese vinse ed approdò ai gironi.

Il Braga è una squadra con capacità offensive molto spiccate, con due giocatori importanti come Alan, capitano dei portoghesi, e Lima, capocannoniere dell'ultima Liga. Altri giocatori importanti sono Mossorò, mediano con i piedi buoni, Douglao, difensore centrale molto forte fisicamente, e Hugo Viana, centrocampista capace di giocare anche trequartista o ala. La squadra fa del possesso palla la sua ragione di vita, lasciando alle due punte il compito di muoversi per cercare spazi in cui infilarsi, per battere la difesa avversaria.


Non sarà semplice sconfiggere il Braga in casa, ma per mettere un piede in Champions bisognerà giocarsela mercoledì in Portogallo, per poter poi affrontare più tranquillamente il ritorno nello stadio amico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento