Newteam a valanga sul terreno amico. Vince 6 a 3 col Pesarofano

La formazione biancoblu prosegue molto bene al suo esordio in serie A2 e vola al secondo posto della classifica generale alle spalle dei vicentini della Giuriato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Un’altra ottima prestazione, l’ennesima di questo avvio di stagione, da parte della New Team, che stende il Pesarofano e vola da sola al secondo posto della classifica. Contro i marchigiani in deficit di punti, solo uno raccolto finora, il pericolo poteva essere quello di allentare la tensione dopo la durissima trasferta di Cagliari chiusa con lo straordinario pareggio raggiunto nel finale, e invece i ragazzi di Asquini hanno espresso nuovamente tutto il proprio potenziale, comandando il gioco fin dall’avvio e soffrendo pochissimo anche nel momento di maggior pressione avversaria in avvio di ripresa.
Parte fortissimo la New Team che passa dopo soli 20’’: Siviero parte palla al piede e dal limite lascia partire un sinistro rasoterra che si infila nell’angolino alla sinistra di Anselmi. Al 2’42’’ il numero 7 potrebbe subito raddoppiare: imbucata da sinistra per Quinellato, sponda del pivot e destro sul secondo palo del laterale sventato a mano aperta dal portiere. I marchigiani danno il primo segnale di vita al 9’35’’: rimessa da sinistra di Gambini, difesa locale un po’ spiazzata dalla battuta verso il secondo palo e Alonso è bravissimo a opporsi a terra al tentativo ravvicinato di Ganzetti. Al 9’56’’ la palla del raddoppio biancazzurro è sui piedi di Mancini, ben servito da Mazzariol dentro l’area ma il tentativo di pallonetto del capitano friulano è bloccato da un attento Anselmi. I marchigiani ci riprovano su schema da calcio piazzato al 12’: batte dall’altezza del tiro libero Zanchin, dentro l’area Ganzetti devia con l’esterno destro ma il pallone sfiora il palo ad Alonso battuto. La New Team è comunque padrona del gioco e crea in serie le occasioni per il 2-0: al 13’46’’ Mordej si accentra da sinistra con la sua tipica azione e lascia partire un destro verso il secondo palo miracolosamente respinto da Anselmi; al 15’03’’ l’azione è bellissima con Mordej che regala da sinistra una gran palla a Siviero al centro area, finta e appoggio laterale a destra per Halimi che praticamente a porta vuota calcia di sinistro a botta sicura ma il colpo di reni di Anselmi e straordinario e un’altra occasione è sventata; il raddoppio arriva finalmente al 16’07’’ col solito Mordej, che servito a destra da Siviero incrocia un destro rasoterra imparabile per l’estremo difensore ospite. Passano solo 9’’ e, nonostante il time out chiamato da mister Osimani, i marchigiani sembrano in bambola: Siviero ruba palla e si invola in un due contro uno, appoggio laterale a destra per Quinellato che solo davanti al portiere prova il piatto destro rasoterra ma il suo tiro si spegne a lato di pochissimo sul primo palo. Prima del riposo gli ospiti potrebbero rientrare in partita: è il 18’26’’ quando Siviero sbaglia un appoggio in fase difensiva, Cujec intercetta e serve da destra verso il centro Vitale solo davanti ad Alonso, ma il sinistro rasoterra del numero 7 viene sventato alla grande dal numero 1 coi piedi.

Si riparte nella ripresa con un Pesarofano completamente diverso: pressing alto e New Team costretta sulla difensiva, ma occasioni da gol vere e proprie non ce ne sono: all’1’45’’ Vitale dalla corsia mancina lascia partire un forte diagonale che sfiora l’incrocio del secondo palo, poi è la New Team che sfiora il terzo gol prima con Mordej che viene servito con un lancio lungo a destra da Quinellato al 2’18’’ ma il suo destro a tu per tu con Anselmi viene respinto dall’estremo difensore ospite, poi con Quinellato che al 2’34’’ ci prova due volte nella stessa azione ma il tiro di destro è respinto dal portiere e la ribattuta di sinistro è murata in corner da un difensore in ripiegamento a difesa della porta. Al 4’03’’, però, i friulani rischiano di complicarsi a vita: contropiede di Siviero a destra, superiorità numerica tre contro uno ma l’appoggio centrale del numero 7 viene intercettato e favorisce la ripartenza marchigiana con Cujec che serve a sinistra Dalle Molle solo davanti ad Alonso, suola destra a spostare il pallone fuori dalla portata del portiere e sinistro in rete nella porta sguarnita. A questo punto sale in cattedra il migliore in campo, Quinellato, che parte palla al piede dalla sua metà campo all’8’29’’ e dopo aver seminato per strada diversi avversari dal limite calcia una bordata rasoterra di sinistro che lambisce il palo alla destra di Anselmi, poi al 9’23’’ si catapulta sulla respinta del portiere a seguito di una bordata su punizione di Mordej ma il suo destro sul primo palo è deviato ancora alla grande dal numero 12 col piede sinistro; al 10’03’’ arriva il terzo gol biancazzurro, propiziato proprio da Quinellato: il numero 8 inizia il contropiede centralmente portando palla fino a ridosso dell’area avversaria, appoggio a destra per Mordej che restituisce la palla al compagno, destro a botta sicura verso il secondo palo respinto miracolosamente da Anselmi ma Siviero col corpo ribadisce in rete per la sua doppietta personale. Passano solo 14’’ e ancora Quinellato sfiora la rete del poker: palla dentro di Halimi, il pivot schiena alla porta si gira e il suo destro finisce fuori di nulla. La rete del bomber biancazzurro arriva finalmente all’11’23’’ ed è un regalo dell’amico Siviero, che parte in contropiede a destra e serve Quinellato solo in mezzo all’area per il più semplice dei gol. I marchigiani cercano di gettare il cuore oltre l’ostacolo e con la forza della disperazione portano Zanchin al tiro da destra, gran risposta di Alonso e Dalle Molle dal limite calcia a botta sicura sulla ribattuta ma la sfera colpisce la parte bassa della traversa tornando in gioco. I boys di Asquini ora si divertono e anche Mazzariol vuole entrare nel tabellino dei marcatori ma due volte il palo dice no al giovane brasiliano: al 13’27’’ serve Spatafora a sinistra, triangolo chiuso benissimo dal nazionale italiano under 21 e destro in corsa del numero 9 respinto da Anselmi, sulla ribattuta ancora Mazzariol stavolta di testa ma la sfera colpisce il palo; al 14’44’’ è ottima la giocata dello stesso ex Villorba, che stoppa un pallone difficile lanciato dalle retrovie, si gira e con un gran dribbling secco supera il diretto avversario ma il suo sinistro violentissimo è ancora respinto dal legno. Mister Osimani cerca la svolta e al 15’ chiama il time out optando per Zanchin nel ruolo di portiere di movimento: la mossa dà subito i suoi frutti e al 15’21’’ Dalle Molle a centro area ribadisce in rete un tiro da destra di Ganzetti accorciando le distanze. La New Team difende con ordine e Alonso cerca di sfruttare la porta libera al 16’16’’ ma il suo rinvio colpisce sfortunatamente il palo. La parola fine sulla partita, comunque, è presto scritta e la firma è di Siviero, che al 17’33’’ sigla la sua tripletta: Pitta parte centralmente in contropiede, appoggio a sinistra per Quinellato che cambia gioco per Siviero, destro sotto la traversa della porta difesa nella circostanza da Zanchin e nulla può l’improvvisato portiere. Al 17’59’’ c’è gloria anche per Halimi, che riceve in contropiede a destra da Siviero e con il sinistro trova il secondo palo con Zanchin ancora impotente. Prima della fine, al 19’15’’, il Pesarofano rende meno pesante il passivo con la tripletta personale di Dalle Molle, che riceve a centro area da Fabbroni e beffa Alonso in uscita con un rasoterra.

Finisce così con un punteggio tennistico la quarta di campionato, penultima prima della sosta di due settimane per il mondiale di Thailandia: sabato a Lecco i ragazzi di Asquini cercheranno di difendere il secondo posto, sperando magari in un regalo del Belluno contro la capolista Vicenza che potrebbe lanciare in vetta i friulani.

 
NEW TEAM FVG – ITALSERVICE PESAROFANO 6-3 (p.t. 2-0)
 
NEW TEAM FVG: Alonso, Mordej, Pitta, Mancini, Dimarch, Siviero, Quinellato, Mazzariol, Halimi, Patti, Spatafora, Altavilla. Allenatore: Asquini.
ITALSERVICE PESAROFANO: Magoga, Di Maggio, Fabbroni, Sabatinelli, Zanchin, Vitale, Cujec, Dalle Molle, Ganzetti, Anselmi, Gambini. Allenatore: Osimani.
ARBITRI: Astolfi (Rovigo), Mantovani (Gallarate); cronometrista: Morossi (Maniago).
MARCATORI: p.t.: 0’20’’ Siviero (N), 16’07’’ Mordej (N); s.t.: 4’03’’ Dalle Molle (P), 10’03’’ Siviero (N), 11’23’’ Quinellato (N), 15’21’’ Dalle Molle (P), 17’33’’ Siviero (N), 17’59’’ Halimi (N), 19’15’’ Dalle Molle (P).
AMMONITI: Gambini (P), Dalle Molle (P), Cujec (P).
ESPULSI: nessuno.
TIRI LIBERI: nessuno.
NOTE: spettatori 100 circa.
 
Serie A2 – Girone A
 
Risultati 4^ giornata
Aosta – Canottieri Belluno 3-4
Civitanova – Nautica Store Cagliari 2-3
Comelt Toniolo Milano - BiTecnology Reggiana 3-1
Giuriato Vicenza – Lecco 9-6
Gruppo Fassina – Futsal Villorba 6-2
New Team FVG – Italservice Pesarofano 6-3
 
Classifica
12 Giuriato Vicenza
10 New Team FVG
9 BiTecnology Reggiana
7 Comelt Toniolo Milano
7 Canottieri Belluno
7 Gruppo Fassina
6 Aosta
4 Nautica Store Cagliari
4 Lecco
1 Futsal Villorba
1 Italservice Pesarofano
0 Civitanova
 

Torna su
UdineToday è in caricamento