Prima immeritata sconfitta per la New Team, l’Aosta vince 4-3 in Friuli

I biancoblu perdono la testa della classifica, che ora vede Vicenza capolista solitaria. In gol Siviero, Quinellato e Halimi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PN). Risulta indigesta la sosta di due settimane alla New Team, che alla ripresa del campionato perde l’imbattibilità stagionale cadendo in casa contro l’Aosta. Va detto che poche volte si è visto un risultato più bugiardo: un dominio assoluto dal primo all’ultimo minuto quello dei friulani, che hanno surclassato a livello di gioco gli avversari sbagliando però troppo in zona gol; se a ciò si unisce un pizzico di sfortuna (3 pali clamorosi colpiti) e tre errori individuali che sono costati 3 gol subiti ecco che il primo risultato negativo si materializza. Altamente spettacolare e vietato ai deboli di cuore l’ultimo minuto di gioco: una squadra sotto di due reti getta il cuore oltre l’ostacolo e, sfruttando il portiere di movimento, raggiunge l’ormai insperato pareggio, ma invece di accontentarsi di un buon punto che avrebbe consentito di mantenere la vetta in coabitazione col Vicenza, fa prevalere il cuore alla ragione e prosegue sulla strada dell’uomo in più col portiere in avanti ma un errore in disimpegno regala letteralmente i tre punti agli ospiti. Che dire dell’Aosta: ci si aspettava una squadra solida come dimostravano i dati di miglior difesa del torneo e così è stato: un quintetto, quello di mister Citro, che ha passato tutti i 40’ a ridosso della propria area dimostrando un’organizzazione difensiva pressoché perfetta con un portiere sopra le righe come Faustinelli.

Pronti via e dopo 1’33’’ uno scambio in velocità tra Boaventura e De Lima porta Egea solo davanti ad Alonso, bravo a opporsi sul sinistro ravvicinato del pivot valdostano. La New Team cerca di attaccare ma fa fatica a manovrare con velocità e al 4’01’’ arriva il vantaggio ospite: rimessa vicina al corner a destra battuta da De Lima, tocco dietro per Egea che incrocia di destro cogliendo impreparato Alonso, beffato sotto le gambe dal destro non irresistibile dell’avversario. Dopo lo svantaggio i ragazzi di Asquini crescono e iniziano il loro lungo e inesorabile dominio: già al 4’47’’ Halimi si libera bene al limite dell’area spostato a sinistra ma il suo destro verso il secondo palo sfiora il montante, poi è Mancini a rendersi pericoloso al 6’57’’ servito da Quinellato a sinistra ma il suo piatto destro rasoterra si spegne di poco a lato del primo palo, ancora biancazzurri con Siviero che pesca a destra Mazzariol il quale mette al centro a palombella per Quinellato che di sinistro al volo calcia fuori al 7’26’’. Il gol del pari è nell’aria e arriva all’8’03’’ con Siviero: numero a destra di Mazzariol che con una gran giocata di tacco si libera del diretto avversario e affronta il portiere, palla al centro per il connazionale che a porta vuota realizza col destro. La gara si assopisce per qualche minuto fino al 14’17’’, quando Faustinelli compie un autentico miracolo su Siviero: il numero 7 si accentra da sinistra e lascia partire un destro rasoterra a botta sicura dal limite verso il primo palo, ma l’estremo difensore in spaccata respinge col piede. Al 16’28’’ si rivede l’Aosta con un destro su punizione dal limite di Egea che viene deviato dalla barriera e tocca il palo esterno alla sinistra di Alonso prima di finire al lato, poi è ancora New Team con Siviero nuovamente ispirato al 17’34’’: gran imbucata da sinistra per Quinellato solo davanti a Fustinelli, nuovamente straordinario a toccare quanto basta il piatto destro del brasiliano; sul seguente corner palla nuovamente buona per Quinellato dentro l’area ma la puntata di sinistro del numero 8 si spegne di poco a lato. Al 17’54’’ l’Aosta riparte bene in contropiede ma Alonso chiude bene basso su Egea e sulla respinta De Lima calcia alto col mancino, poi è Quinellato a vedersi fermare ancora da super Faustinelli al 18’48’’: rimessa del pivot per Mazzariol, sponda di quest’ultimo per il compagno che prova da sinistra il destro “alla Del Piero” ma il numero 1 ospite è sontuoso a mano aperta. La prima frazione si chiude con un’altra occasione in contropiede per i valdostani, che portano a 20’’ dalla fine Ferreira alla conclusione da destra in diagonale e Boaventura pronto a riprendere la respinta di Alonso ma il suo sinistro si spegne di poco a lato. La ripresa parte con l’immediato vantaggio dei boys di Citro dopo soli 18 secondi: Boaventura pesca benissimo Ferreira a sinistra davanti ad Alonso, il numero 5 chiude l’uno-due col compagno che a porta vuota insacca di sinistro. La New Team non subisce il contraccolpo e torna a dominare il gioco, anche se Alonso è decisivo a tenere in partita i friulani al 3’50’’sradicando letteralmente il pallone dai piedi di Rosa lanciato in contropiede a tu per tu col portiere direttamente dal suo estremo difensore. Il team di Asquini inizia a creare occasioni in serie ma l’imprecisione e la bravura di Faustinelli non consentono il pari: al 6’10’’ Mancini pesca Halimi da rimessa laterale a destra, il numero 11 si accentra saltando l’uomo e col suo sinistro lascia partire una cannonata respinta fortunosamente di faccia dal portiere, poi al 6’41’’ un’ottima circolazione di palla permette allo stesso Halimi di servire Quinellato nel cuore dell’area ma il destro rasoterra del bomber lambisce il palo alla sinistra di Faustinelli. Il pressing alto permette ai biancazzurri di creare occasioni a ripetizioni e Quinellato ci mette esattamente 6 secondi per calciare di nuovo in porta: il pivot ruba palla subito e calcia dal limite di sinistro con la sfera che colpisce incredibilmente il palo interno a Faustinelli battuto e torna in gioco. Al 7’24’’ si rivede con una veloce ripartenza l’Aosta ma Alonso è bravo a opporsi a Rosa, poi è ancora New Team con un altro palo al 7’49’’: numero di Siviero a destra che siede un avversario accentrandosi e con la punta destra anticipa il tiro rasoterra verso il primo palo prendendo controtempo il portiere, la sfera però colpisce il legno e finisce tra le braccia del numero 1. Alonso tiene ancora in gara i friulani all’8’32’’ opponendosi miracolosamente al destro di Ferreira da buona posizione dopo uno scambio con Egea, ma l’occasione più nitida è ancora della New Team al 12’59’’ con Mordej: corner da sinistra di Spatafora, palla dietro per Halimi che scarica al centro per il nazionale sloveno, destro rasoterra dall’altezza del tiro libero e palla fuori di pochi centimetri dal montante sinistro della porta di Faustinelli. Asquini negli ultimi 7’ rischia il portiere di movimento con inizialmente Alonso e poi Mancini a dar man forte ai compagni: al 5’13’’ il portiere brasiliano recupera una sfera nella sua area e si lancia in una travolgente azione personale, palla scaricata al limite dell’area avversaria per Quinellato che premia il compagno a sinistra ma la puntata destra a incrociare trova ancora un grande intervento del collega aostano. Al 15’32’’ la porta ospite sembra stregata quando Quinellato, spostato sulla fascia mancina, con la punta destra incrocia una bordata incredibile ma la palla colpisce internamente il secondo palo col portiere immobile. La New Team non trova il pari e al 18’13’’ Ferreira recupera palla e segna a porta vuota sfruttando il portiere di movimento dei locali, mettendo praticamente fine alla gara visto il tempo residuo inferiore ai 2’, ma il quintetto di Asquini non molla mai e riesce in quello che sembrava impossibile: al 19’01’’ la fortuna premia per la prima volta i friulani con un destro di Quinellato dalla distanza tutto spostato a destra che, destinato tra le braccia di Faustinelli, viene deviato da Ferreira e si infila in rete, poi al 19’23’’ Siviero da destra pesca Halimi sul secondo palo e il tocco sotto misura dell’albanese regala l’incredibile 3-3. La New Team col morale a mille non si accontenta del pari, Asquini conferma la tattica del portiere di movimento e la frittata accade a 22’’ dalla fine: rimessa laterale all’altezza della metà campo di Siviero, appoggio centrale a Mancini che viene pressato da un avversario e perde palla da ultimo, Quinellato riesce a intervenire ma non spazza la sfera che resta vagante a metà campo con Ferreira che la trova e calcia di destro alzando la sfera fuori dalla portata dei difensori di casa e la infila nella porta sguarnita regalando i tre punti all’Aosta.

Una grandissima prestazione, dunque, non è bastata stavolta alla New Team, che resta però solo a un punto dalla vetta visto il concomitante pareggio del Vicenza per 3-3 con la Reggiana, che a sua volta affianca al secondo posto i biancazzurri: in un campionato equilibratissimo una sconfitta tutto sommato indolore per i friulani, che devono recriminare per l’occasione persa di volare via in vetta ma che comunque possono consolarsi per essere ancora a portata di primato.

NEW TEAM FVG – AOSTA 3-4 (p.t. 1-1)
 
NEW TEAM FVG: Alonso, Mordej, Pitta, Mancini, Dimarch, Siviero, Quinellato, Mazzariol, Halimi, Patti, Soranzio, Spatafora. Allenatore: Asquini.
AOSTA: Faustinelli, Garau, Lucianaz, Gullone, Ferreira, Rosa, Costa, Boaventura, Egea, Concio, De Lima, Boche. Allenaotre: Citro.
ARBITRI: Ferrari (Legnano), Meles (Ancona); cronometrista: Hager (Trieste).
MARCATORI: p.t.: 4’01’’ Egea (A), 8’03’’ Siviero (N): s.t.: 0’18’’ Boaventura (A), 18’13’’ Ferreira (A), 19’01’’ Quinellato (N), 19’23’’ Halimi (N), 19’38’’ Ferreira (A).
AMMONITI: Boaventura (A), Mordej (N).
ESPULSI: nessuno.
TIRI LIBERI: nessuno.
NOTE: spettatori 80 circa.


Serie A2 – Girone A
Risultati 6^ giornata
 
Nautica Store Cagliari – Lecco 5-3
Civitanova – Futsal Villorba 6-4
Comelt Toniolo Milano – Italservice Pesarofano 7-7
Giuriato Vicenza – BiTecnology Reggiana 3-3
Gruppo Fassina – Canottieri Belluno 5-1
New Team FVG – Aosta 3-4
 
Classifica
 
14 Giuriato Vicenza
13 New Team FVG
13 BiTecnology Reggiana
12 Aosta
10 Gruppo Fassina
10 Nautica Store Cagliari
8 Comelt Toniolo Milano
8 Canottieri Belluno
5 Italservice Pesarofano
4 Lecco
3 Civitanova
1 Futsal Villorba
 

 

Torna su
UdineToday è in caricamento