New Team autoritaria sul campo di Lecco, vittoria netta

I biancoblu proseguono la loro marcia sicura, portando a casa un ottimo risultato dal campo lombardo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Non si ferma la marcia della New Team, che si conferma bestia nera del Lecco ed espugna ancora una volta il PalaRogeno (per la terza volta nelle ultime tre stagioni, oltre al successo casalingo della stagione 2010/11, per un totale di 4-0 nei precedenti): un successo meritato, vista la grandissima quantità di occasioni da rete create, ma che è rimasto comunque in discussione fino a metà secondo tempo per la scarsa vena realizzativa dei friulani.

Partita avvincente fin dai primi minuti, con i biancoazzurri decisamente in palla, che provano ad imporre il proprio ritmo: dopo 50” Quinellato coglie la traversa con una conclusione deviata da Muoio, sul versante opposto Mordej salva in scivolata sulla linea il tiro di Jefferson, lo stesso Mordej al 2'16” coglie in pieno il palo. Mister Quatti prova a interrompere il buon avvio degli ospiti chiamando subito il time-out, ma la New Team non si ferma, anche se il Lecco non sta certo a guardare: in rapida sequenza prima Alonso respinge una conclusione centrale di Mendoza, poi Mordej manca di un soffio l'impatto vincente con il pallone su assist di Siviero che lo aveva messo praticamente davanti alla porta vuota, poi lo stesso Siviero fallisce il duello a tu per tu con l'estremo avversario; ancora Mancini alla conclusione neutralizzata da Valdano, che è protagonista ancora su Siviero al 9'04” deviando in corner un pericoloso diagonale. Tante occasioni sciupate vengono punite al 10'12” quando Muoio si accentra e conclude in rete nell'angolino basso alla sinistra di Alonso. Passano però 15 secondi e su punizione dalla sinistra Mordej infila subito il pareggio, confermando la sua vena realizzativa su calcio piazzato. Dopo un'occasione per parte, Siviero impegna Valdano con una conclusione a giro e Alonso vince il duello a tu per tu con Antonietti, al 16'21” il Lecco sfrutta una delle poche ingenuità degli ospiti, e sugli sviluppi di un corner trova il nuovo vantaggio con una puntata di Mendoza. Nel finale di tempo la partita si accende ulteriormente, anche dal punto di vista disciplinare: Mendoza al 19'26” ferma Mordej allargando il braccio sul volto del nazionale sloveno a palla lontana, cartellino giallo e sesto fallo, quindi tiro libero, che il numero 2 realizza siglando la personale doppietta ed il pareggio. Poi, a 10” dal termine, lo stesso Mendoza subisce un accenno di trattenuta da Quinellato, che l'arbitro non ritiene di punire, scatenando la protesta del numero 3 che si prende il secondo giallo e la conseguente espulsione. Termina il primo tempo sul 2-2, ma con il Lecco che quindi deve scontare ancora 1'50” di inferiorità numerica nella ripresa.

Gli ospiti non falliscono l'occasione in avvio di secondo tempo e al 36” Siviero da posizione centrale infila il vantaggio friulano. Il nervosismo però non si placa: Cosmo, entrato forse solo con l'obiettivo di farsi presunta giustizia da solo, prende a calci Quinellato a palla lontana, non visto dagli arbitri, poi però per fortuna riprende il sopravvento il futsal giocato. Alonso chiude la porta su una conclusione di Muoio al 2'45”, poi al 2'56” Antonietti coglie il palo pieno sugli sviluppi di un'azione da calcio d'angolo. Risponde però subito Quinellato al 3'41” con una puntata che coglie in pieno il palo alla destra di Valdano, lo stesso Quinellato poi trova finalmente la rete concludendo una ripartenza biancoazzurra per il 2-4 al 3'25”. Ancora nel corso del 3' minuto prima Mancini neutralizza sulla linea un pallone da calcio d'angolo togliendolo a Jefferson, poi Alonso due volte si oppone a Muoio e spegne le velleità di rimonta dei padroni di casa, che pagano lo sforzo e l'intensità del match e vanno via via calando il ritmo. Così all'11'27” e all'11'47” Quinellato arrotonda il risultato concludendo in rete due ripartenze orchestrate con Spatafora e Halimi nel primo caso e con Mordej nel secondo.

Un successo importante per i ragazzi di mister Asquini: ora la New Team FVG, complice il pareggio del Giuriato Vicenza a Belluno, guida la classifica insieme ai vicentini e guarda tutti dall'alto per le prossime tre settimane, vista la sosta del campionato per la Futsal World Cup in Thailandia che vede protagonisti anche gli azzurri di Menichelli. Alla ripresa, il 24 novembre prossimo, a San Vito al Tagliamento arriverà l'Aosta attualmente al quarto posto in classifica.

LECCO Valdano, Falcon Mendoza, Calò, Cosmo, Maccari Jefferson, Antonietti, Monti, Duarte, Beretta, Aparecido Muoio, Di Gregorio, Castellani. Allenatore: Quatti.

NEW TEAM FVG Alonso, Mordej, Pitta, Mancini, Dimarch, Siviero, Quinellato, Mazzariol, Halimi, Patti, Spatafora, Altavilla. Allenatore: Asquini.
ARBITRI Saitta di Catania, Di Vito di Ariano Irpino. Crono: Parente di Como.

MARCATORI al 10'12” Muoio, al 10'27” Mordej, al 16'21” Mendoza, al 19'26” Mordej; nel secondo tempo al 36” Siviero, al 4'25” Quinellato, all'11'27” Quinellato, all'11'47” Quinellato.

TIRI LIBERI al 19'26” del p.t. Mordej realizza l'unico tiro libero della partita.
ESPULSI al 19'50” Mendoza (L) per doppia ammonizione.
AMMONITI Cosmo e Muoio (L); Siviero (N).
NOTE Spettatori 150 circa.

RISULTATI 5° GIORNATA
Aosta Comelt Toniolo Milano 2-1
Canottieri Belluno Giuriato Vicenza 3-3
Futsal Villorba Nautica Store Cagliari 2-6
Lecco New Team FVG 2-6
Italservice Pesarofano Gruppo Fassina 3-2
BiTecnology Reggiana Civitanova 4-2

CLASSIFICA
New Team FVG 13
Giuriato Vicenza 13
BiTecnology Reggiana 12
Aosta 9
Canottieri Belluno 8
Gruppo Fassina 7
Nautica Store Cagliari 7
Comelt Toniolo Milano 7
Italservice Pesarofano 4
Lecco 4
Futsal Villorba 1
Civitanova 0

 

Torna su
UdineToday è in caricamento