Sea4all: Càpita, il monoscafo accessibile si afferma alla Punta Faro Cup di Lignano

Ottimo esordio per il team inclusivo nella regata lignanese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Ottimo esordio di Càpita, il monoscafo accessibile alla prima regata 2020, la Punta Faro Cup di Lignano Sabbiadoro, regata per mezzi d'altura di domenica 18 ottobre. Il primo posto nella classe Delta è una soddisfazione per tutto il team inclusivo Tiliaventum a bordo del mezzo accessibile e fruibile in autonomia. Giornata con condizioni difficili per la carenza di vento che ha costretto gli organizzatori ad accorciare il percorso e tutti i team concentratissimi a cogliere i lievissimi refoli del campo di regata. A bordo di Càpita rotazione di ruoli (proprio così perchè il mezzo nonostante i 9,50mt di lunghezza, ha spazi adeguati per 3 persone in carrozzina ed anche di spostarsi dal pozzetto alla timoneria, alla poppa in navigazione) con i timonieri che hanno gestito le delicate fasi della partenza e della conduzione nei diversi lati del percorso per poi giungere all'arrivo, posizionato a ridosso della Pagoda di Lignano Pineta, dopo una scelta tecnica azzeccata di issare il Gennaker prima degli altri competitor e guadagnare così la prima posizione di classe. Le attività Sea4All continuano ancora con uscite e con la partecipazione ai prossimi appuntamenti di novembre del Trofei dei 2 Golfi e Campionato Autunnale della Laguna, e chiudere la stagione sportiva con la Ice Cup di dicembre. Per la cronaca ottimi podi dei team Tiliaventum sono stati il 3° posto di Wine & Spirits nella classe Alfa, il 3° posto di Alzavola nella classe Bravo. 

Torna su
UdineToday è in caricamento