menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giampiero Pinzi

Giampiero Pinzi

Roma - Udinese 3-2 | L'Udinese all'Olimpico convince ma non vince

Grandissima prova dell'Udinese, che riesce a mettere in difficoltà la seconda in classifica sull'insidioso terreno dello stadio romano. Alla fine però il risultato arride ai padroni di casa, aiutati da capitan Totti e da uno spettacolare De Sanctis, migliore in campo. A Destro, Totti e Torosidis rispondono Pinzi e Basta, che per due volte accorciano le distanze senza risucire a trovare il pari

La Roma, in questa stagione, ha subito 14 gol. Di questi, sono solo 4 quelli che sono stati segnati all'Olimpico. E di questi, due sono stati segnati dall'Udinese questa sera. E sarebbero potuti essere anche di più, se davanti ai bianconeri non ci fosse un immenso De Sanctis, che sventa meravigliosamente ogni occasione, anche le più difficoltose. La difesa giallorossa certo non rende le cose particolarmente difficili all'Udinese, ma dietro alle azioni da gol c'è un gioco spumeggiante, fatto di corsa e grinta. Una buona, anzi, ottima Udinese, che ha l'unico demerito di trovarsi davanti una squadra più cinica e tecnicamente più forte.

Guidolin decide, all'inizio del match, decide di lasciare in panchina Gabriel Silva e schierare Widmer e Basta sulle fasce e Pereyra trequartista. La Roma di Garcia ritrova Francesco Totti titolare dal primo minuto, mentre non ha due pedine importantissime a centrocampo come De Rossi (squalificato) e Strootman. Ma è la Roma a spingere fin dall'inizio, guidata proprio dal suo capitano e da Mattia Destro. La partita vive di continui ribaltamenti di fronte, con De Sanctis e Scuffet costantemente impegnati. Il portierino friulano però si dimostra un po' carente sulle uscite basse, facendo passare qualche brivido alla difesa bianconera. La rete giallorossa arriva al 21', quando Totti è abilissimo a spedire in rete una respinta di Scuffet. Sul ribaltamento di fronte successivo, il portiere della Roma si supera su Badu respingendo con l'istinto un tiro ravvicinato. Al 30' arriva il raddoppio, con Destro bravo a sfruttare un maldestro intervento del portiere bianconero. Il primo tempo termina con i continui attacchi bianconeri sventati dal proprio ex portiere.

Appena rientrati dagli spogliatoi i bianconeri riescono a violare il fortino De Sanctis. A farlo ci pensa il "laziale" Pinzi, con un gran tiro dalla distanza. Ma è solo un caso: l'ex Siviglia e Galatasaray torna a parare tutto poco dopo, con due grandi interventi su Di Natale, che lo manda amichevolmente a quel paese. Al 23' la Roma allunga nuovamente le distanze con un gol splendido (e un po' fortunato) del greco Torosidis. Per cercare di rimettere la partita su binari positivi, Guidolin inserisce Muriel ma ancora una volta il colombiano non incide e si perde tra le maglie (larghe) della difesa giallorossa. Allora a trovare il gol del definitivo 3-2 ci pensa Basta, dopo una torre di Danilo su calcio d'angolo. La partita termina così, con la Roma all'inseguimento disperato della Juventus e l'Udinese ancora in cerca della matematica salvezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento