menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Claudio De Cecco trionfante l'anno passato

Claudio De Cecco trionfante l'anno passato

Majano non sente la crisi: iscrizioni chiuse a quota 83

Il rally è più forte del brutto periodo economico: numero partenti tra i top in Italia Entusiasta il presidente di Sport & Joy Paolo Michelutti: "Premiata la qualità della gara". I piloti più accreditati sono Grudina e De Cecco, al via con una 207 S2000

Più forte della crisi. Superiore al momento sfavorevole. Ogni modo va bene per dire un concetto importante: il rally di Majano si supera. La gara di Sport & Joy, in programma sabato e domenica, valida per il Challenge di IVª e Vª zona, il Trofeo Renault Clio R3 e Renault Twingo, avrà al via ben 83 equipaggi Questo il responso dell’”urna” iscrizioni, chiusa lunedì alle 24. Un numero importante, quello della sesta edizione, in controtendenza rispetto al momento e al settore: ben pochi rally in Italia hanno avuto più adesioni.

“Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato entusiasta il presidente di Sport & Joy, Paolo Michelutti -. Un numero che ha un significato: vuol dire che negli anni si è lavorato bene. Perché gli equipaggi, ora, non hanno più il budget di un tempo. Partecipano a poche gare, e quelle che scelgono devono essere di qualità. La nostra, evidentemente, risponde a questa caratteristica”.

Ma chi sono i protagonisti? Numero 1 e 2 saranno rispettivamente sulle fiancate di Claudio De Cecco e Morris Grudina, al via entrambi con una Peugeot 207 S2000. Saranno loro i favoriti per la vittoria finale, con De Cecco che proverà a bissare la vittoria ottenuta nel 2011. Occhio anche a anche un altro vincitore del rally (edizione 2008), Alberto Feragotto, qui su Renault Clio S1600. Al via due pordenonesi che vanno forte, Dimitri Tomasso e Cristian Secondin, rispettivamente su Renault Clio S1600 e Citroen C2 S1600. Può essere un outsider, col numero 10, l’udinese Filippo Bravi, alla guida di una Renault Clio R3.
La gara, lo si ricordi, scatterà sabato alle 18.10 dal kartodromo comunale: ci sarà la prova spettacolo, “Festival di Majano” di 1,52 chilometri. Sarà l’antipasto del rally, una prova che farà divertire spettatori e piloti. Un tratto farà classifica, e darà il via alla vera gara, quella di domenica 21. La prova sarà caratterizzata da tre passaggi su altrettante prove speciali: Monte Cuar (11,14 chilometri, partenza alle 8.08, 11.33, 14.58), Pielungo (5,91 chilometri, start alle 8.47, 12.12, 15.37), Muris (5,73 chilometri, partenza alle 9.31, 12.56, 16.21), dove gli spettatori avranno libero accesso. Gran finale, come al solito, in piazza Italia a Majano, con arrivo previsto alle 17.03 e le premiazioni sul palco. Il parco assistenza si tiene nella zona artiginale di Majano (entrata alle 10.19, 13.41 e 16.43).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento