menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rally, Filippo Bravi ancora sfortunato: ritirato al San Martino di Castrozza

Nella quinta tappa del Ciwrc il pilota esce di scena dopo due ps mentre dominava la classe R2B. Fatale per lui un problema ai freni alla Peugeot 208. Prossimo appuntamento a Como a ottobre

E’ un anno sfortunato per Filippo Bravi. Il pilota udinese è costretto al ritiro anche al Rally San Martino di Castrozza, quinta tappa del Campionato italiano Wrc. Per lui si tratta del quarto forfait stagionale dopo quelli fatti registrare al Rally Mille Miglia, al Rally della Marca e al Rally del Friuli Venezia Giulia. Fatale per lui - stavolta in coppia con Davide Cecchetto - un problema ai freni dopo solo due ps mentre stava dominando la classe R2B. Aveva già accumulato quasi 30’’ di vantaggio su Lorenzo Grani, che sulla stessa vettura ha vinto poi il raggruppamento in gara e in campionato. Un vero peccato perché nell’unica prova in cui era arrivato al traguardo, il Rally del Salento, aveva vinto la classe con 1’40’’6 sul secondo classificato e aveva terminato al tredicesimo posto assoluto (e primo tra le vetture due ruote motrici).

“Sono senza parole, è un anno maledetto – ha detto Bravi dopo il ritiro -. Anche stavolta eravamo partiti bene, con un grande tempo sulla ps di Manghen. Poi si è verificato ciò che non doveva accadere: peccato, sono in credito con la fortuna, spero di rifarmi al più presto perché le prestazioni, quando va tutto bene, ci sono”. La Dea Bendata non l’aveva assistito recentemente neanche al rally di casa, il “vecchio” Alpi Orientali: una banale toccata l’aveva messo fuori uso mentre si trovava abbondantemente in testa alla classe a poche prove dal termine. Il prossimo appuntamento sarebbe il rally di Como, tappa che chiude il Campionato italiano Wrc in programma sul Lario il 19 e 20 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Ultime di Oggi
  • Politica

    Fontanini continua a difendere il 'porta a porta': "Abbiamo dato una svolta"

  • Scuola

    Le scuole udinesi al top in Italia per l'amore per l'acqua

  • Politica

    Fedriga: "Non fossilizziamoci solo sul coprifuoco"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento