menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalle Valli del Natisone alle Hawaii per la maratona di Honolulu

Nove podisti vialligiani hanno partecipato alla 43a edizione della corsa

Splendida avventura arricchita da una grande soddisfazione personale per nove podisti del Gruppo Sportivo Natisone, volati dall’altra parte del mondo per partecipare alla 43° edizione della Maratona Internazionale di Honolulu, capitale dell’arcipelago delle Hawaii, nell’Oceano Pacifico. Una sfida superata con il massimo dei voti per Rino Fantini, Gianni Iuri, Federica Qualizza, Michela Ara, Marina Musig, Marinella Gremese, Orietta Bucovaz, Maria Luisa Tessaro e Giovanna Mulloni, tutti capaci di completare la corsa sulla distanza dei 42 km con tempi ragguardevoli, nonostante il forte caldo umido e la difficoltà di un percorso molto tecnico, peculiarità queste che rendono l’Honolulu Marathon una delle corse più ambite e difficili del circuito podistico internazionale. 

Il lungo viaggio per raggiungere la capitale delle Hawaii era iniziato all’alba del 10 dicembre scorso, il rientro invece è avvenuto il giorno 18, dopo un giorno e mezzo di viaggio. In mezzo la permanenza in quello che è considerato come uno dei paradisi turistici di primordine del nostro pianeta e ovviamente la tanto attesa maratona. La corsa, in programma domenica 13 dicembre, ha preso il via salutata da uno straordinario spettacolo pirotecnico alle 5.00 del mattino ora locale, in piena notte, questo per ovviare al grande caldo che caratterizza soprattutto le ore centrali del giorno. Lungo il percorso, i nove rappresentanti dello sport friulano hanno potuto costeggiare la famosa spiaggia di Waikiki con annessa vista sull’oceano, passando poi attorno al Diamond Head (vulcano estinto fra i simboli di Honolulu), giungendo fino al cratere vulcanico Koko. Un grande fatica sportiva, culminata però con la gioia di avere tutti quanti completato il percorso, portando così nel mondo i colori della GS Natisone e la testimonianza di tutto il movimento podistico del Friuli Venezia Giulia. A fare il resto ci hanno pensato gli spettacolari paesaggi, il folklore e le delizie locali che hanno contribuito a rendere indimenticabile questo viaggio, pensando magari già alla prossima grande impresa di squadra. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento