menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domizzi:"Penso che il clima del Toumba mi caricherà ancora di più"

Si scaldano gli animi in vista della battaglia di Salonicco. Mister Guidolin è sicuro di poter fare gol. Le sue parole e quelle del difensore romano nella conferenza stampa pre partita, raccolte dalla nostra inviata Valentina Bearzi

Dopo soli tre giorni dal posticipo serale col Cagliari l'Udinese si è imbarcata da Ronchi dei Legionari con un volo privato per raggiungere Salonicco, dove domani si giocherà l'accesso agli ottavi di Europa League contro il Paok. Come di consueto il mister e uno dei giocatori si sono presentati in sala stampa alla vigilia.

Come sempre teso come una corda di violino, mister Guidolin sente la tensione della gara e mantiene al massimo la concentrazione.

Mister domani non basterà uno 0 a 0...

Per noi sarà una partita difficile, quella dell' andata è finita 0 a 0, ma meritavamo di più.
Il pareggio a reti inviolate non basterà a noi, ma nemmeno a loro. Per passare il turno entrambe dovremo fare qualcosa di più.

Sentite la pressione di una gara da dentro o fuori? E la responsabilità di un vostro passaggio al turno successivo per quello che rappresenta per il calcio italiano?

Noi ci ricordiamo solo che siamo semplicemente l'Udinese. Ovviamente ci teniamo, per noi e per la nostra società, ma non mi sento il peso di rappresentare tutto il calcio italiano.

Crede che sia un problema non aver segnato gol recentemente?

Il gol ovviamente ci manca in queste ultime settimane. La squadra però ha sempre giocato bene, e sono sicuro che avremmo potuto fare gol e che potremo farlo anche qui. Dovremo avere voglia di essere protagonisti, sarà il campo poi a dare il responso.

La partita, dal punto di vista tattico, sarà diversa dall'andata al Friuli?

Mi aspetto una partita dura ma la mia squadra avrà orgoglio e capacità per renderla dura anche al Paok.

Com'è la situazione dell'infermeria?

Quelli che ho stanno tutti bene, ma deciderò domani lo schieramento.

La squadra può ripetere uno sprint come quello dell'anno scorso? Crede che una vittoria domani potrebbe aiutare in questo senso?

Io mi auguro di passare il turno domani e mi auguro di non avere più infortuni tra i miei giocatori.

Quanto conterà il calore dello stadio?

So che sarà un ambiente molto caldo, senza alcun dubbio. Dovremo essere pronti e basta.

Non si farà intimidire dal Toumba  Maurizio Domizzi, che baderà al sodo cercando di controllare l'organizzazione di gioco degli avversari.

Quanto manca Di Natale e quanto cambia il vostro gioco senza di lui?

Manca indubbiamente tanto, come mancherebbe a chiunque. Penso però che nel modo di giocare non ci condizioni più di tanto, anzi Floro in quella posizione ci ha dato qualche alternativa in più grazie a qualche palla lunga o alta di testa.

C'è qualcosa del Paok che ti preoccupa? Magari un giocatore in particolare?

Quello che mi ha colpito di più è la capacità di essere una squadra sempre organizzata, sanno stare in campo in tutte le fasi della partita.

Vi preoccupa conoscere il campo solo 24 ore prima?

Non è la prima volta che abbiamo scelto di arrivare all'ultimo, per noi non cambia nulla.

Cosa dovrete fare per vincere?

Credo che dovremo cercare di replicare la gara dell'andata. Li abbiamo costretti a difendersi per tutta la partita. Certamente avranno un altro spirito e un altro slancio, io credo però che possa essere sufficiente ripetere la prestazione di giovedì scorso.

Ti carica un ambiente caldo come quello del Toumba, invece di spaventare?

Per quel che mi riguarda sì. A me il tifo avversario giovedì scorso ha colpito e mi è piaciuto. Ha dato un clima diverso alla gara, un pathos che altrimenti non avrebbe avuto.
Ovvio che la carica nervosa del pubblico di casa giocherà più a favore del Paok.

Avete passato un periodo infelice in difesa, adesso siete tornati al top e agli standard eccelsi ai quali ci avevate abituato...

Avevamo preso qualche gol evitabile più che qualche gol di troppo. Siamo consapevoli che se il nostro standard fosse quello per tutto il campionato giocheremmo per il primo posto. Non parlerei quindi di periodo infelice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento