L'Atomat attesa alla prova di maturità contro l'Euganeo

Grande sfida sabato sera al PalaCus di via delle Scienze, con le udinesi che si giocano le chances per raggiungere la terza posizione in classifica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

I segnali positivi ci sono: grinta e spirito di squadra, miglioramenti nei giochi col pivot, difesa aggressiva. Senza contare l'infermeria vuota. Serviranno tutti questi fattori domani sera all'Atomat per avere ragione dell'Euganeo, l'ospite di scena al PalaCus, alle 20.30. Mancano ormai poche gare al termine di questo breve campionato di serie B femminile e la squadra universitaria deve cercare di mettere in cascina più punti possibili. Dossobuono e Malo ormai sono un miraggio, l'Atomat però può e deve puntare al terzo posto. Un obiettivo raggiungibile ma che passa da due gare importanti ancora da giocare: quella di stasera contro le esperte atlete dell'Euganeo e l'ultima, in casa dell'Oderzo.

A dare speranza e anche consapevolezza all'Atomat le due ultime gare disputate, contro il Riviera '98 e il Dossobuono. In entrambe la squadra ha dimostrato progressi sia come approccio mentale all'impegno sia come gestione tattica dell'incontro. E non sarà un fattore da poco avere finalmente tutte le atlete a disposizione: la settimana scorsa era stato il capitano Jessica Franzil a dare forfait all'ultimo, colpita da influenza. Incrociando le dita non dovrebbero esserci sorprese in merito.

L'Euganeo rimane un avversario tosto: pur non disponendo di grandi doti atletiche fa del gioco di squadra e della tecnica individuale i suoi punti di forza. Per questo l'Atomat si è allenata preparando una difesa ad hoc e concentrandosi poi sulle ripartenze. Appuntamento a domani sera al PalaCus per l'ultimo match casalingo della formazione udinese.

Torna su
UdineToday è in caricamento