Omicidio Gobbato: la Maratonina udinese ricorderà la giovane

Un minuto di silenzio e fiocco rosso, simbolo della lotta al femminicidio, su tutti i pettorali dei partecipanti. La corsa udinese ricorderà così la giovane, uccisa mentre si stava allenando per partecipare all'evento

L'organizzazione della Maratonina di Udine ha reso noto alla stampa che oltre al minuto di silenzio prima della gara, tutti i pettorali dei partecipanti alla Mezza Maratona di domenica avranno stampato un fiocco rosso, simbolo della lotta al femminicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'iniziativa per ricordare la giovane runner Silvia Gobbato, uccisa mentre si stava allenando per la competizione, e per ribadire, di fronte a questa tragedia, il diritto di vivere in libertà e sicurezza anche un momento come quello della corsa, che dovrebbe portare con sè solo gioia e benessere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Esce la bio di Taylor Mega: la recensione del libraio udinese ha più successo del libro

  • Nuova apertura al Città Fiera: 2mila metri quadrati dedicati ai più giovani

  • Il piccolo Michael perde la vita a soli cinque anni

  • Un uragano terrorizza il mar Ionio, il suo nome è "Udine"

  • Professore infetto da Coronavirus, 115 studenti in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento