menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guidolin convinto della direzione: "vado avanti per la mia strada"

Il tecnico bianconero è intervenuto nella conferenza stampa prepartita: "i risultati raggiunti fino a questo momento soddisfano, la classifica è bellissima. Il sistema di gioco ha esaltato le caratteristiche dei ragazzi"

Molti spunti per l'incontro con il Novara: la situazione delicata dell'Udinese dopo la scoppola europea, i naturali pensieri che vanno verso il ritorno con l'AZ, le difficoltà di formazione a causa del consistente numero di infortunati, il ritorno del friulano d'adozione Tesser sulla panchina piemontese.
Guidolin si è presentato in conferenza stampa con il piglio di sempre, attento e concentrato. Le dichiarazioni del mister tratte da udinese.it:

"Credo che Caracciolo sia un ottimo giocatore, ha lavorato con me a Palermo. E' un elemento importante ma credo che il loro spirito sarà quello di cui dovremo tener conto oltre che la loro disposizione tattica e la loro qualità".

"Abbiamo sempre detto che la nostra classifica è bellissima, ma le squadre dietro sarebbero potute rientrare vista la loro forza. Ci hanno raggiunto, noi egoisticamente avremmo preferito altri risultati. Non aumenta la pressione su di noi, conosciamo la nostra realtà e quella del calcio italiano. Sappiamo quali sono le forze sul campo".

"Io faccio le mie valutazioni: se ottengo i risultati sono bravo, se invece sbaglio sono un somaro. Questo vale per tutti gli allenatori, in tutto il mondo. Dopo la partita è più semplice giudicare, ma le scelte vanno fatte prima. Io vado avanti per la mia strada".

"Non mi pare che siamo andati male fino a 3 giorni fa, essere quarti in classifica e agli ottavi di finale di Europa League vuol dire che non siamo andati così male. Abbiamo un sistema di gioco che ha esaltato le caratteristiche dei nostri ragazzi fino ad oggi e ci ha consentito di fare un girone d'andata strepitoso".

"Pinzi ha avuto un problema subito prima della gara: a 10 minuti dall'inizio della sfida l'ho visto rientrare negli spogliatoi e lui mi ha fatto cenno che doveva vomitare, poi ha giocato tutto l'incontro. Questo è un pò lo specchio del nostro momento particolare. Dusan Basta non recupera e anche Ferronetti è in dubbio".

   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento