Maratonina terre e citta' del vino a Casarsa, Arzene, San Martino e Valvasone

La 65ma edizione della Sagra del Vino di Casarsa, in programma dal 24 aprile al 6 maggio, vedrà il 1° maggio lo svolgimento della quinta edizione della “Maratonina Terre e Città del Vino”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Accolti dal padrone di casa Nicola Pittaro, sono intervenuti Francesco Del Bianco (assessore allo sport di San Martino al Tagliamento in rappresentanza anche dell'Associazione intercomunale di Arzene, San Martino e Valvasone), Lavinia Clarotto (sindaco di Casarsa della Delizia), Giuseppe Maccagnano (presidente della Pro Casarsa della Delizia), Ezio Rover (presidente provinciale Fidal Pordenone), Adolfo Molinari (presidente Libertas Casarsa), Antonio Tesolin (vicepresidente Associazione regionale fra le Pro loco del Friuli Venezia Giulia), Ivo Neri (presidente provinciale Libertas Pordenone), Maurizio Tantin (presidente Coop Casarsa) e Oddo Salvadego (presidente Atletica Coop Casarsa San Martino).

La gara competitiva su strada a carattere nazionale open è riservata alle categorie Juniores Promesse Seniores Amatori e Master, maschili e femminili sulla distanza omologata di km. 21,097. Inoltre è valida come sesta prova della 26a edizione della Coppa provincia di Pordenone Gran premio Gioielleria Basso oltre che per il 1° Trofeo Maratonine del Pordenonese. La corsa sarà aperta anche agli atleti paralimpici con handbike.

In contemporanea si svolgerà anche la 40ma "Marcia del Vino", gara non competitiva sui percorsi di 21,097, 13 e 7 chilometri aperta a tutti, con partenza unica dietro gli atleti agonisti.

IL COMITATO ORGANIZZATORE

L'evento, che permetterà ai runners amatoriali di correre fianco a fianco con quelli professionisti, è organizzato dalla Libertas Casarsa, Pro Casarsa della Delizia e Città di Casarsa della Delizia in collaborazione con la Provincia di Pordenone, i Comuni di Arzene, San Martino al Tagliamento e Valvasone (che saranno attraversati dagli atleti), Regione Friuli Venezia Giulia Assessorato allo sport, Federazione Italiana di Atletica Leggera, associazione La Beorcja, Gruppo Ana di Casarsa - San Giovanni, associazione Laluna, Avis Casarsa San Giovanni, Gruppi comunali della Protezione Civile e i main sponsor Coop Casarsa e Vini La Delizia, oltre alla citata Gioielleria Basso e Saucony. Davvero prezioso, inoltre, il supporto organizzativo dell'Atletica San Martino Coop Casarsa.

I NUMERI E LE NOVITA'

Dopo le prime quattro positive esperienze, che hanno visto correre in un quadriennio oltre 4 mila tra runners della competitiva e della non competitiva, si punta a un'altra edizione da ricordare. "Tra le novità di quest'anno - ha spiegato Antonio Tesolin, vicepresidente dell'Associazione fra le Pro loco del Friuli Venezia Giulia e a capo del comitato organizzatore - il fatto che la manifestazione è a carattere nazionale open e che è stata inserita nel nuovo Trofeo delle Maratonine del Pordenonese. Inoltre, per la prima volta percorreremo l'itinerario inverso del percorso omologato, salendo prima ad Arzene, passando poi per San Martino e Valvasone per tornare poi a Casarsa. Le iscrizioni sono aperte e punteremo come sempre sull'unione tra sport e promozione territoriale dei Comuni aderenti. Inoltre con speciali iniziative inviteremo i concorrenti e le loro famiglie a passare anche il resto della giornata alla Sagra di Casarsa".

LA PARTENZA

La partenza è prevista alle 9 da piazza Cavour, di fronte alla chiesa parrocchiale di Casarsa, con start unico per tutti dietro agli atleti agonisti. Per il primo arrivato, sia della classifica maschile che femminile, 400 euro, mentre per secondi e terzi rispettivamente 300 e 200 euro, per un montepremi che prevede anche premi in natura offerti dagli sponsor e ricchi pacchi gara.

IL PERCORSO

La gara percorrerà i territori comunali di Casarsa della Delizia, Arzene, San Martino al Tagliamento e Valvasone. Il percorso è totalmente pianeggiante, veloce e asfaltato. Il tracciato è omologato Fidal. Verranno toccati i luoghi più caratteristici dei quattro Comuni, d'interesse storico-culturale e turistico. Per tutte le informazioni basta visitare il sito ufficiale dell'evento www.procasarsa.org

L'ALBO D'ORO

Nel 2009 s'imposero il primatista tunisino di mezza Maratona Rachid Amor (1h 6' 04), tra gli uomini, tra le donne la già campionessa europea Master, la slovena Ada Surbek, in 1h 19'40 e, nell'handbike, Mauro Cattai tra gli uomini e Valeria Corazzin nella gara femminile.

Nel 2010 con una rimonta che lo vide passare in testa dopo il passaggio per il centro di San Martino, in 1h17'08 Fabio Bombardella (Pentatletica Trieste ma originario di San Vito al Tagliamento) vinse la seconda maratonina. Fu di 1h29'25 il tempo della vincitrice femminile, Paola Mariotti (Friulintagli Brugnera). Nell'handbike Mauro Cattai e Valeria Corazzin segnarono il bis dopo la loro vittoria 2009.

Nel 2011 vinse l'atleta di casa Stefano Zancan (casarsese in forza al Gruppo Generali Trieste) in 1h10'48'', mentre tra le donne ci fu la doppietta di Paola Mariotti (Friulintagli Brugnera) in 1h22'26''. Nell'handbike vittoria per Giovanni Angeli e Rosanna Menazzi. Nella non competitiva l'Avis di Casarsa-San Giovanni risultò il gruppo più numeroso.

Nel 2012 tra gli uomini vinse il kenyota Zakayo Biwott (Atletica Avis Macerata) in 1h12'17''. Secondo Steve Bibalo (Atletica Brugnera Friulintagli) 1h12'36'' e terzo Giovanni Iommi (Gp Livenza Sacile) 1h12'42''. Tra le donne prima Silvia Serafini (Atletica Brugnera Friulintagli) in 1h23'06'', seguita da Erika Bagatin (Atletica Gruppo Santarossa Brugnera) 1h 28'31'' e dalla compagna di squadra in Friulintagli Elenca Cinca in 1h30'23''. Nell'handbike tra le donne prima Valeria Corazzin in 57', mentre tra gli uomini Lorenzo Prelec battè in volata Francesco Pecoraro in 43'44''. Tutti e tre facenti parte della Basket e non solo. Nella non competitiva primo posto quale gruppo più numeroso per i Podisti Cordenons, seconda l'Avis di Casarsa San Giovanni, terzi Purliliese e Cjaminà ridint.

Torna su
UdineToday è in caricamento