menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maratonina dei Borghi di Pordenone ai nastri di partenza

Presentata la 13esima edizione. 600 partecipanti, oltre 120 uomini impegnati sul tracciato e un fitto calendario di eventi durante la settimana.

Giunta alla tredicesima edizione, la Maratonina dei Borghi ritorna a Pordenone il 30 settembre. La competizione internazionale, certificata Fidal e lunga 21,097 km, si snoda attraverso un itinerario che tocca i luoghi più suggestivi della città. «Un evento che è diventato un punto di riferimento per le squadre della provincia di Pordenone e del Friuli», ha commentato il presidente dell'Asd Equipe, Luciano Sgrazzutti. Soddisfatto anche il presidente dell’associazione Maratonina Pordenone, Aldo Vignocchi, che ha precisato: «La Maratonina dei Borghi è un appuntamento che in 13 anni è diventato un pilastro nel calendario degli eventi cittadini e grazie al lavoro di tutto lo staff ha importanti margini di crescita».

Pensieri condivisi anche dall’assessore allo Sport, Walter De Bortoli, secondo cui la Maratonina è una delle manifestazioni più significative per la città. «Ci riporta nella storia, ci fa capire chi siamo, fa scoprire alcune tra le le zone più belle della città». Il primo cittadino ha anche fatto un plauso alle associazioni sportive: «Sono una realtà in forte crescita – ha commentato – e quando si danno fondi alle associazioni, si investe sul futuro dei nostri ragazzi».

I 600 atleti si disporranno sulla linea di partenza in piazza XX settembre, dove lo starter alle 9.30 darà il via alla corsa. Come ha commentato il direttore tecnico della gara Roberto Belcari, «il percorso, è stato certificato dalla Fidal per 21,097 km», e attraverserà i luoghi più interessanti della città. Dal centro saranno percorsi Borgo Colonna, Torre, San Giuliano, Borgo Meduna, San Gregorio, Borgo Cappuccini.

Tra gli atleti di punta, anche in questa edizione spiccano i podisti provenienti dall’Africa. Tra gli uomini, arriveranno a Pordenone i kenyoti Alfred Ronoh e Robert Kiriu, oltre a Celestin Nihorimbere, proveniente dal Burundi. Tutte etiopi, invece, le donne favorite per la vittoria. Si tratta di Gedamnesh Yayeh, Addisalem Tegegn, Asmerawork Wolkeba.

Anche per quest’anno è previsto l'impegno di un largo staff con oltre 80 volontari e 40 uomini della polizia municipale, per gestire le chiusure delle strade. Inoltre, l’associazione “In prima persona – Uomini contro la violenza sulle donne” avrà una parte attiva con il servizio di spugnaggio al 13esimo chilometro. «Possiamo contare su un gruppo di professionisti affermati per organizzare l'evento – ha dichiarato Sgrazzutti – che ha sottolineato anche l'importanza della struttura di sostegno, dalla presenza di vigili e protezione civile, per arrivare agli staff medici impegnati per gestire qualsiasi tipo di emergenza».

Inoltre, per gestire il pranzo di tutti gli atleti, sono stati scelti gli studenti dell’istituto Flora che prepareranno e serviranno i pasti. Quest’anno si svolgerà anche il “Palio dei borghi”, che intende valorizzare i quattro borghi che saranno attraversati durante la gara. Ogni atleta potrà decidere di correre per un borgo a sua scelta tra Centro, Torre, Vallenoncello, Rorai. I primi tre classificati di ogni borgo saranno premiati.

La Maratonina dei Borghi coinvolge anche i più piccoli. Gli organizzatori, in collaborazione con la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo, hanno indetto un concorso dedicato ai bambini.
Domenica, a conclusione della gara, il presidente Stefano Lovison consegnerà un mosaico realizzato partendo proprio da un disegno degli studenti delle scuole primarie che hanno partecipato al concorso.

Il programma

Come ogni anno, la Maratonina dei Borghi offre un ricco calendario di eventi in città nella settimana che precede la gara. Per la dodicesima edizione la kermesse prevede un calendario di livello sempre più alto.

Mercoledì 26 Settembre, nella sala conferenze della galleria Pizzinato, al parco Galvani, si terrà la conferenza del dottor Ciro Antonio Francescutto: "Dalla città alla montagna per aggiungere vita agli anni". Un viaggio nella salute, tra prevenzione, movimento ed alimentazione.
Giovedì 27 ci sarà lo spettacolo “Mirabilia” con i Papu. Una rappresentazione a ricordo del viaggio di Beato Odorico da Pordenone, per il 700esimo anniversario dell’impresa. Il sipario si alzerà alle 20:45 al ridotto del Teatro Verdi.

Venerdì 28 settembre, a partire dalle 18:30, sotto il tendone allestito appositamente in piazza XX settembre, ci sarà la serata musicale “Sulle ali di una canzone”. Un’esibizione di ginnastica ritmica accompagnata dal concerto di Cesarina Bonora, con il maestro Luciano Pozzolo.

Alle 20.45, all’auditorium della Regione di via Roma, ci sarà la conferenza dibattito “Il coraggio”. Ospite d’eccezione sarà lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet.
Partendo dal suo ultimo libro, proporrà i suoi studi dedicati a genitori, educatori e, in particolare, a quei «nativi digitali» che si accingono a esplorare la propria esistenza in una società ipertecnologica un «ipotetico inventario» di alcune declinazioni del coraggio in vari ambiti dell'esperienza umana (il coraggio di educare, di dire no, di ricominciare, di avere paura, di scrivere, di immaginare, di creare...).

Sabato 29, con partenza alle 14:30, l’associazione Equipe offre alla cittadinanza la gita “Sulle tracce del Pordenone”.
Si tratta di una visita guidata gratuita con un pullman turismo Atap, accompagnati dalla guida professionista Susi Moro, alla scoperta delle opere di Giovanni Antonio de’ Sacchis,

Il giro porterà i partecipanti a scoprire le opere dell’artista nella sua città natale, nelle chiese dei quartieri di Villanova, Vallenoncello, Rorai Grande e Torre.

Domenica 30, subito dopo lo start della maratonina, partirà anche la 14esima edizione della “Passeggiata per acque, parchi e musei”. Una camminata di due ore e mezza tra i posti più interessanti della città a livello storico e naturalistico e incontrando gli spazi espositivi di Pordenone.
Un appuntamento adatto a tutti, che raccoglie sempre più consenso in città, per una scoperta consapevole delle sue meraviglie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Allerta meteo: è rischio valanghe su Alpi e Prealpi

  • Cronaca

    Risse a Cervignano e Pavia, ferita una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento