Lunetta passa il testimone della Lcfc a Tonino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Giovedì 2 luglio 2015, presso l'auditorium di Pagnacco (Udine), si è tenuta davanti ad una platea di circa 300 persone, l'Assemblea Generale della Lega Calcio Friuli Collinare. All'ordine del giorno l'elezione del Presidente e del Consiglio direttivo ma anche le premiazioni per giocatori e arbitri che si sono distinti durante la passata stagione sportiva.

L'Assemblea, presieduta da Gianpaolo Bertoli, ha legittimato l'elezione di Daniele Tonino, unico candidato alla massima carica dell'associazione amatoriale udinese. Succede a Corrado Lunetta, la cui reggenza durava da 12 anni.

Dopo il discorso di commiato di Corrado Lunetta che, visibilmente commosso, ha ringraziato tutti per la collaborazione fornita durante i suoi mandati, la parola è passata al neo eletto Daniele Tonino. >>Sono onorato di guidare la Lega Calcio Friuli Collinare - esordisce il nuovo presidente - un movimento alternativo entrato nel dna di tante persone. Per questo, nei prossimi tre anni, il nostro principale impegno sarà rivolto ancora al rafforzamento della cultura dell'amatorialità, con lo scopo di consolidarne la sua l'identità. Per attuare questo obiettivo cercheremo di diffondere in modo più capillare tra le componenti della nostra associazione (giocatori, arbitri, dirigenti) le nostre idee e i nostri principi, senza ricorrere a modelli di riferimento esterni. Per quanto riguarda il programma inizialmente l'informatica sarà ancora il nostro fiore all'occhiello. Con essa cercheremo di fornire maggiori servizi, di proporre una formazione on line che possa raggiungere tutti, e di garantire la massima trasparenza. Proveremo a migliorare la comunicazione, sia interna che esterna, modificando il nostro portale, aggiornando l'applicazione per smartphone, cercando soluzioni di confronto con le associazioni, valutando collaborazioni con gli organi d'informazione. Sul fronte della tutela sanitaria è nostra intenzione rendere più effettivi i controlli sui certificati medici dei giocatori, saranno instituiti corsi BLSD - continua Tonino - per permettere agli associati di essere in grado di rispettare gli obblighi derivanti dal "decreto Balduzzi" e continueremo a stipulare convenzioni con i centri medici per effettuare visite a prezzi agevolati. Per quanto riguarda l'attività ci impegneremo a effettuare proposte modulate alle capacità motorie e motivazionali di ognuno. Questo indirizzo verrà applicato, per esempio, proponendo la suddivisione del campionato "Geretti" in campionati "over 40" e "over 50". Sarà compito della nuova dirigenza consolidare i campionati attualmente previsti e trovare le soluzioni che possano soddisfare le esigenze delle nostre squadre, coinvolgendole nei processi decisionali. In sintesi - ha concluso Tonino, questi sono alcuni obiettivi nel breve e lungo termine, convinti che la loro attuazione consentirà da una parte ai nostri associati di godere di servizi più efficienti, dall'altra di abbattere ulteriormente i costi. Intendiamo realizzare questi progetti non derogando mai dai nostri ideali e ricercando costantemente la massima trasparenza in ogni decisione e procedura>>.

Chiusa la parentesi istituzionale la serata si è conclusa con le premiazioni. Riconoscimenti sono andati ai giocatori che, nei vari ruoli e nei campionati di appartenenza, hanno ricevuto più segnalazioni attraverso il portale della Lcfc, e agli arbitri. Per questi ultimi il premio è andato a quelle giacchette nere capaci di ricevere, attraverso i voti espressi tramite l'applicazione per smartphone, il maggior consenso.

Torna su
UdineToday è in caricamento