menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Guidolin

Francesco Guidolin

Juventus - Udinese 1:0 | La zampata del Re Leone ferisce i friulani

L'Udinese dimostra di voler ottenere almeno un punto in casa della Juventus, ma nel recupero del secondo tempo il sogno si infrange con la rete di Fernando Llorente. Fino a quel momento la formazione di Guidolin era riuscita ad imbrigliare la squadra di Conte, rischiando anche per tre volte di passare in vantaggio

Fino al 91', l'Udinese era pronta a festeggiare. Costringere la Juventus, nel suo stadio, ad uno 0 a 0 ed anzi rischiare per tre volte di passare in vantaggio venendo fermati solo da grandi interventi di Buffon appariva realmente come un'impresa eroica. Ma al 91' un tiraccio di Lichtsteiner viene deviato in porta da Llorente, e l'esultanza dei 12mila bambini dello Juventus Stadium fa crollare il sogno dei friulani come un castello di carte.

IL VIDEO DELLA PARTITA

La partita comincia con la Juventus in attacco, e due occasioni in rapida successione vengono sventate da Brkic. Poi tocca all'Udinese farsi sotto, ma il tiro di Pereyra viene bloccato agilmente da Buffon. Dopo appena 14' Conte è costretto al primo cambio, quando Pirlo esce per una botta al ginocchio sostituito da Paul Pogba. La Juve allora perde lucidità, e piano piano l'Udinese esce dal suo guscio. Di Natale si trova da solo davanti a Buffon, ma il pallonetto del numero 10 viene respinto dal portiere della nazionale. Le squadre vanno a riposo sullo 0 a 0, dopo ancora un paio di azioni della Juventus.

LE PAGELLE

La ripresa si apre subito con un'azione pericolosa degli ospiti. Bruno Fernandes crossa in area ed il pallone viene allontato malamente da Buffon. Sulla respinta si fa trovare pronto Di Natale, che cerca la porta a botta sicura, ma Buffon dimostra grande reattività respingendo nuovamente il pallone da terra. Dopo una girandola di sostituzioni e una grande occasione di Lazzari, la Juventus si lancia in attacco anche se disordinatamente. Guidolin però, nonostante veda la squadra schiacciata nella propria metà campo, non effettua sostituzioni (se non cambiando Pereyra con Maicosuel, decisamente ininfluente) e lascia in crisi i suoi. Ed, al 46', la crisi si aggrava di colpo. Lasciando l'Udinese con le mani vuote e i 12mila bambini a festeggiare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento