menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Guidolin

Francesco Guidolin

Udinese: Guidolin "L'Europa è il nostro scudetto. Andiamo a giocarcelo a S.Siro"

Nell'ultima conferenza stampa della stagione, il mister di Castelfranco Veneto carica i suoi per la sfida che deciderà il quinto posto, ultimo per accedere all'Europa League. Avversario è l'Inter, di cui Guidolin dice "è sempre l'Inter, anche se sono stati molto penalizzati dagli infortuni".

E' carico Guidolin. Per la terza volta in tre anni può portare l'Udinese in Europa, anche se non ai preliminari di Champions ma direttamente in Europa League (differenza solo economica, perchè nella realtà l'Udinese ha sempre perso i preliminari finendo nei gironi dell'ex coppa UEFA). "A Milano ci giochiamo il nostro scudetto. Per il terzo anno consecutivo abbiamo la possibilità di qualificarci in Europa, ma affrontiamo l'Inter, una squadra di grande capacità e ricca di qualità. Come sempre cercheremo di fare del nostro meglio".

Con la vittoria contro i nerazzurri, l'Udinese non solo avrebbe la certezza del quinto posto, rendendo inifluente il risultato della Lazio, ma otterrebbe un altro record: pareggerebbe infatti il record di punti ottenutto proprio da Francesco Guidolin nella stagione 2010/11, con 66 punti. Invece, in caso di parità, i bianconeri dovrebbero attendere il risultato di Cagliari - Lazio (a Trieste) sperando nel pari o nella vittoria. Infatti, a parità di punti (64, con il pari friulano e la vittoria biancoceleste), sarebbe la Lazio ad ottenere la qualificazione per il vantaggio negli scontri diretti.

L'unico risultato utile è, quindi, la vittoria. "E' più difficile giocare in queste condizioni - dice Guidolin - perché non ci sono margini d'errore. La gara di domani sarà molto complicata per una serie di ragioni. Ho visto l'Inter esprimersi bene contro la Lazio. I nerazzurri non meritavano la sconfitta". Ma l'Inter di Stramaccioni è ormai fuori dalla corsa alle coppe. "I nerazzurri sono stati molto penalizzati dagli infortuni. In una situazione così complicata diventa difficile centrare qualsiasi obiettivo".

Ma chi scenderà in campo a San Siro? Le domande non riguardano solo Di Natale, che "Durante questa settimana non ha potuto lavorare con regolarità a causa dell'infortunio subito contro l'Atalanta, ma domani sarà al suo posto e speriamo ci dia la spinta per superare l'ultimo ostacolo",  ma anche altri giocatori. "Basta, Angella e Faraoni hanno riposato (per febbre) e bisogna verificare anche le condizioni di Brkic. Muriel ha sofferto il doppio confronto ravvicinato Palermo-Atalanta. Durante questa settimana si è allenato regolarmente nonostante il fastidio al piede".

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento