menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Apu schierata prima dell'incontro (Foto Zamolo)

L'Apu schierata prima dell'incontro (Foto Zamolo)

Play-off, l'Apu Gsa batte ancora Milano e si porta sul 2 a 0

Gara tre venerdì alle 21 a Milano, con la possibilità di chiudere già la serie per la squadra di coach Lardo

La strada verso la promozione è lunga, ma un altro passo è stato fatto. Al termine di gara 2 di semifinale dei play-off di serie B Citroen, l'Apu Gsa Udine si ritrova sul 2-0 nei confronti dell'Urania Milano e venerdì, alle 21, nel capoluogo lombardo servirà il primo match-point sulla propria racchetta.

I friulani superano 78-67 i milanesi nel secondo atto della saga, dopo averlo già fatto per 87-65 nel primo, e mettono fieno in cascina. La trama di gara 2 è un po' di diversa dalla prima. L'Urania si ritrova con Ganguzza in panchina per onore di firma a causa di una botta alla spalla subìta domenica scorsa, quindi con rotazioni limitate nel settore dei lunghi (Paleari in campo 40' e De Min 38'40"), ma tira fuori tutto quello che ha pur di reggere il confronto. Nel primo quarto, Milano fa l'andatura per buoni tratti, mentre dall'altra parte coach Lardo vuole cavalcare i propri "big men" per stancare gli avversari. Il prodotto è che nei primi 10 minuti di gioco, per Udine vanno a segno tre lunghi: Castelli (14), Zacchetti (4) e Di Giuliomaria, autore della tripla centrale che vale il 21-20 al primo intermedio. Castelli sale a quota 17 con il siluro del 24-20 all'11', poi gli ospiti producono un break di 0-6 che vale il loro ultimo vantaggio: 24-26 al 13'. Di questi tempi, in gara 1, l'Apu Gsa era comunque già scappata via. Il 7-0 interno firmato dal rientrante Marchetti (nei 10 al posto di Nobile per turnover), Ferrari e Zacchetti ridà il comando a Udine che non lo molla più: 31-26 al 14'.

Capitan Vanuzzo, in avvio di ripresa, centra il bersaglio con la tripla del 46-34 al 21'. Castelli dimostra di essere in stato di grazia (56-45 al 26') e Porta spinge i suoi sul 58-45 al 26'. L'Urania viene tenuta a distanza di sicurezza e, forse, le speranze ospiti vengono spente con l'uscita per falli di Mariani al 33'. A ridosso della metà dell'ultimo quarto, Marchetti dà il massimo vantaggio ai bianconeri (71-56 al 35' e 73-58 al 36') e nel contempo fa partire i titoli di coda. Così può festeggiare la tifoseria udinese accorsa al Benedetti. Per il sogno A2 mancano ancora cinque centri, ma l'obiettivo più immediato è quello di andare a Milano venerdì per chiudere la serie. Per chi non potrà seguire i bianconeri in trasferta con i ragazzi del Settore D basterà sintonizzarsi su Udinese tv (canale 110 del digitale terrestre).

APU GSA 78-MILANO 67 (21-20, 41-32, 62-52)

APU GSA UDINE Castelli 23, Marchetti 11, Zacchetti 6, Truccolo 6, Di Giuliomaria 5, Porta 11, Pinton 4, Ferrari 4, Vanuzzo 8, Poltroneri. Coach Lardo.

URANIA MILANO Stijepovic 20, Marra, Torgano 13, Paleari 13, De Bettin 2, De Min 17, Mariani 2; non entrati: Sedazzari, Zuffi e Ganguzza. Coach Ghizzinardi.

Arbitri Matteo Bergami di San Pietro in Casale (Bologna) e Luca Bartolini di Fano (Pesaro Urbino).
Note Tiri liberi: Apu Gsa 21/25, Milano 8/16. Rimbalzi: Apu Gsa 28 (Castelli 8), Urania 34 (Paleari e De Min 9 ciascuno). 5 fali: Marian al 33' (64-52) e De Bettin al 36' (71-58); antisportivo a Paleari al 23' (50-43); fallo tecnico a coach Lardo al 34' (66-54).


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento