menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa - Udinese 3-3 | Un rocambolesco e deludente pareggio per i bianconeri

L'Udinese domina per 50', poi sparisce dal campo e si fa rimontare dal Genoa e da Gilardino, autore di una doppietta. Nel primo tempo a segno Basta e Bruno Fernandes per i friulani e Konatè per i liguri, poi Muriel su rigore all'inizio del secondo tempo aveva fatto sperare tutti in una vittoria. Ma l'Udinsese è crollata e Guidolin non è stato in grado di fermare l'onda rossoblu. Un altro crollo nervoso dopo quello di Firenze?

L'Udinese pareggia 3 a 3, giocando solamente 50' minuti e sparendo dal campo per quasi tutto il secondo tempo. Un'assenza totale di grinta pesante per i bianconeri, che pur vincendo per 3 a 1 si fanno rimontare senza più creare pericoli alla porta di Perin, ed anzi chiudendosi a riccio nella propria metà campo e difendendo in modo confusionario. A pesare sulla partita ancora una volta (come contro la Fiorentina) le scelte inspiegabili sui cambi di Francesco Guidolin, che torna più volte sulle sue decisioni cambiando spesso strategia.

GENOA-UDINESE 3:3 | IL VIDEO DELLA PARTITA

Nel primo tempo non c'è dubbio su chi sia il padrone del campo. Pereyra imperversa, Bruno Fernandes crea occasioni ed ispira i compagni, il trio difensivo controlla con sicurezza ogni azione offensiva. Il gol è la naturale conseguenza del dominio territoriale, e a segnarlo ci pensa Basta servito da Badu nell'inedita versione di assistman. Il dominio continua, tanto che anche Bruno Fernandes finisce sul tabellino dei marcatori, dopo aver ribattuto una respinta di Perin su tiro di Pereyra. Nel finale di frazione l'Udinese riduce la manovra offensiva, e il Genoa trova più spazi. Tanto che, proprio nei minuti di recupero, Marchese serve con un preciso cross Konate che batte Scuffet trovando la prima rete in Serie A. Ma al rientro negli spogliatoi nessuno si aspetta una rimonta rossoblu.

LE PAGELLE DEL MATCH

Ed infatti anche il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo. Tagliavento fischia un rigore (dubbio) per trattenuta di Burdisso su Widmer e Muriel dal dischetto insacca. La partita sembra finita. E invece il Genoa fa iniziare qui il match. Tutti all'attacco, con cinque giocatori offensivi a giocare alle spalle di Gilardino. L'Udinese sparisce dal campo, l'unico terminale offensivo rimane Muriel che non tocca quasi più un pallone se non per perderlo. Tutti gli altri, anche se in vantaggio di due gol, vengono spediti a difendere. Ma il Genoa trova spazi che fino a quel momento si sognava, tanto da impensierire più volte Scuffet. Eppure, non arrivano nuove indicazioni dalla panchina. Al 69' Fetfatzidis serve un preciso assist per Alberto Gilardino, che batte Scuffet e rimette in gioco la sua squadra. Guidolin allora, invece di ritornare in attacco e bucare ancora una difesa che già si era dimostrata battibile, toglie Bruno Fernandes (il migliore) per inserire Allan. Il Genoa non dimostra di temere il cambio, ed infatti 79' Gilardino trova la doppietta, il 170' gol in Serie A  e il pareggio rossoblu. Guidolin poi toglie Widmer per Gabriel Silva, altro cambio che si rivela inutile. L'unica sostituzione utile è quella tra Muriel e capitan Di Natale, che infatti appena entrato si rende pericoloso. Ma il cambio viene effettuato troppo tardi, e nemmeno il capitano riesce a riportare in vantaggio i suoi. Termina 3 a 3, con tantissimi rimpianti per i friulani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento