Sport Manzano / Piazza Chiodi

Motori: la lunga assenza non si sente, De Cecco 5° al Ronde Val D’Orcia

Nonostante i sei anni di distanza da una gara su terra, il patron della Friul MOtor chiude al quinto posto. Ottima la prova nella gara della serie Ronde Raceday al fianco di Alberto Barigelli

Mancava da sei anni, a una gara su terra: un’eternità, se nel frattempo hai sempre gareggiato sull’asfalto. Eppure Claudio De Cecco ha detto la sua. Il patron Friulmotor, navigato da Alberto Barigelli, ha infatti chiuso al quinto posto la “Ronde della Val D’Orcia”, gara valida per la serie Raceday Ronde. Il pilota, su Ford Focus Wrc, ha “pagato” soltanto 51’’8 dalla coppia Taddei-Marchiori, vincitori della gara su Citroen Xsara Wrc.

“Mi sono divertito – afferma sorridente De Cecco a fine gara –: dagli sterrati mancavo da tanto, e devo dire che all’inizio è stato difficile. Tuttavia, un po’ alla volta ho trovato il feeling, e ho chiuso una buona gara”. Le sensazioni sono infatti migliorate strada facendo, come conferma l’escalation dei suoi tre migliori tempi: 7’43’’, 7’34’’8, 7’32’’2, ottenuti appunti nelle ultime tre prove, per un totale di 22’50’’.

Friulmotor tornerà ora in gara al rally della Franciacorta, in programma il 16 febbraio nel Bresciano. Tra i vari protagonisti, ci sarà Massimo Guerra, al via con una Peugeot 207 S2000.

Intanto, c’è un nuovo arrivo in casa Friulmotor. La scuderia di Manzano, infatti, ha appena acquistato la Peugeot 208 R2, la nuova “piccola” della casa francese. La vettura è già stata ritirata a Velizy, quartiere generale della sezione sport di Peugeot. Il “colpo di mercato” sarà pronto a marzo, ma intanto è già prenotabile. I clienti la possono ordinare per qualsiasi gara in Italia.

“Siamo soddisfatti – commenta il presidente del team, Claudio De Cecco – è una vettura adatta ai giovani: è maneggevole e ha bassi costi di gestioni. Tutto questo senza rinunciare alle prestazione e alla competitività. L’ideale per chi vuole approcciarsi ai rally”.

Quali sono le caratteristiche, dunque? La Peugeot 208 R2 ha un cilindrata di 1598 cc, sviluppa una potenza massima di 185 cavalli (a 7800 giri/minuto), con una coppia di 119 Nm (a 6300 giri). Il cambio è un sequenziale a 5 marce, con comando meccanico, e 3 coppie finali omologate; differenziale autobloccante. I dati principali dicono che rappresenta il giusto mix, per chi vuole salire per la prima volta sul sedile di un auto da rally.

Con la Peugeot 208 R2 si allarga dunque l’offerta della Friulmotor. La scuderia di Manzano, lo si ricordi, dispone di due Ford Focus Wrc (versioni 2006 e 2008), una Peugeot 207 S2000, una Fiesta Rrc, una Citroen Ds3t, una Peugeot 106 N2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motori: la lunga assenza non si sente, De Cecco 5° al Ronde Val D’Orcia

UdineToday è in caricamento