menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Guidolin concentrato durante la partita © TM News Infophoto

Francesco Guidolin concentrato durante la partita © TM News Infophoto

Guidolin: "non mi sono piaciuti i fischi della gente sullo 0 a 0"

Il mister bianconero si toglie un sassolino dalla scarpa dopo la quaterana al Cagliari e ringrazia i suoi giovani, capaci di reagire al periodo difficile nonostante l'emergenza di giocatori e risultati

“Abbiamo saputo soffrire!” così esordisce mister Guidolin al termine della gara interna che ha visto l’Udinese schiacciare il Cagliare col punteggio di 4-1. “Oggi abbiamo raggiunto l’apice dell’emergenza, ma i ragazzi sono stati sempre attenti. Ho visto una squadra tenace fin dal primo minuto”.

C’è qualcosa che non le è piaciuto?
“I fischi della gente prima del gol che ha sbloccato il risultato. Evidentemente non tutti hanno ancora capito qual è la nostra attuale dimensione. Ringrazio i ragazzi della curva e i bambini della tribuna che ci hanno sempre sostenuto, ma non condivido i fischi che alcune persone hanno rivolto al gruppo più giovane della Serie A. Onestamente non credo di riuscire a portare l’Udinese in Europa per la quarta volta, questo concetto dev’essere chiaro al nostro pubblico. Dobbiamo lottare punto a punto per arrivare alla salvezza e oggi abbiamo vinto uno scontro diretta con una nostra rivale”.

In quest’ottica quanto pesa il risultato di oggi?
“Tantissimo perché abbiamo vinto uno scontro diretto con una nostra concorrente”.

Finalmente sono arrivati i gol dei gregari.
“Spesso Totò ci ha tolto le castagne dal fuoco e ha risolto molti problemi. Se ci sono altri giocatori in grado di riuscirci a noi non può che andare bene”.

Quanto le dispiace abbandonare l’Europa League?
“Sono molto di salutare questa competizione, ma sono orgoglioso del cammino di 20 gare intrapreso dalla mia squadra in quest’anno e mezzo. Ci tante squadre che ne hanno fatte di meno. Il Manchester City ad esempio ne ha fatte 12. Adesso il nostro pane quotidiano si chiama campionato, ma onoreremo questa competizione fino alla fine”.

Quale sono le note migliori di questa domenica?
“Il gruppo ha dimostrato di saper soffrire anche se il momento è ancora difficile. La classifica migliora e dobbiamo dare altri segnali importanti se vogliamo vivere una stagione tranquilla. Con la Lazio abbiamo pagato un black-out generale”.

Le sono piaciuti Faraoni e Fabbrini?
“Sono entrambi usciti stremati dopo aver dato tutto per la maglia”.

(udinese.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento