menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guidolin: "Dovremo essere perfetti. Ci proveremo con tutte le forze"

"Ai ragazzi chiedo di giocare con coraggio e determinazione. Non siamo favoriti, il vantaggio è minimo"

Il successo contro il Chievo Verona è già alle spalle e mister Guidolin non ne fa nemmeno menzione durante la conferenza stampa della vigilia di Fiorentina-Udinese. Il tecnico bianconero analizza nel dettaglio le problematiche della semifinale di ritorno contro la formazione di Montella e mette in guardia sulle potenzialità della Viola: "Non siamo favoriti perché questa è una sfida che si sviluppa nell'arco di 180 minuti. Abbiamo conseguito un vantaggio minimo che dovremo difendere su un campo molto difficile al cospetto di una delle quattro potenze del nostro campionato. Non dico che siamo sfavoriti, ma nemmeno favoriti".

Da quando Di Natale ha ripreso a segnare tutta la squadra gira meglio, non trova?

"Si tratta di una situazione che coinvolge tutti, ma non è definitiva. Se non insistiamo su questo comportamento ci ritroveremo a giocare in futuro una gara con le spalle al muro".

I sette diffidati influenzeranno le sue scelte?

"No, non mi condizionano minimante".

L'ambiente del Franchi sarà un fattore determinante?

"Sappiamo che il pubblico fiorentino è storicamente caloroso e partecipativo, va allo stadio a sostenere la propria squadra. L'ambiente sarà effervescente e costituirà una difficoltà in più. Ritengo, però, che le qualità tecniche della Fiorentina siano più importanti del fattore ambientale".

La velocità sarà l'arma da sfruttare per colpire i toscani?

"Cercheremo di sfruttare tutte le nostre caratteristiche. Dovremo essere perfetti giocando con coraggio e determinazione straordinaria. Servirà anche un pizzico di fortuna".

Cosa dice ai tifosi?

"Che ci proveremo con tutte le nostre forze. La Fiorentina ha disputato nove volte la finale di Coppa Italia, vincendola in sei occasioni".

Come le è sembrato l'esordio di Yebda?

"Non conosco ancora bene l'algerino, ma è un calciatore con una buona dose di esperienza. Secondo me è in grado di coprire le tre posizioni centrali del centrocampo. Inoltre si distingue sulle palle alte".

I primi 20 minuti saranno il momento più delicato?

"L'intero incontro avrà un alto livello di difficoltà per tutta la sua durata. Dovremo contrattaccare la Viola dimostrandoci propositivi senza farci schiacciare. Sogniamo tutti questa coppa e vogliamo giocarci la nostra chance".

(udinese.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento