Calciomercato Udinese: strategie, rinnovi, obiettivi e cessioni

Il primo luglio avrà inizio ufficialmente il calciomercato, ma le trattative sono già cominciate. Primo punto da affrontare sono i rinnovi contrattuali e le comproprietà, poi la dirigenza potrà rivolgere l'attenzione a cessioni ed acquisti

Mehdi Benatia, futuro giallorosso

La questione principale della settimana, in società, è la risoluzione delle numerose comproprietà che l'Udinese ha in ballo con altre squadre italiane. C'è tempo fino al 19 giugno per concludere le trattative, e se le due società non riuscissero a trovare un accordo, il giorno successivo la comproprietà verrebbe risolta con offerte in busta chiusa. L'elenco è lungo: Alhassan e Merkel (Genoa), Asamoah, Isla e Pasquato (Juventus), Barreto (Torino), Gerardi (Reggina), Handanovic e Faraoni (Inter), Rovini (Empoli), Mazzarani e Medina (Napoli), Koprivec (Perugia) e Rossini (Sampdoria).

Intanto va definendosi il rinnovo contrattuale per Totò Di Natale. Il capitano, che di recente ha espresso la volontà di raggiungere i 200 gol in serie A (ora è a quota 176, al 12^ posto nella classifica dei marcatori all-time), firmerà settimana prossima il nuovo contratto. Il numero dieci bianconero sarà legato alla società fino al 2015, con un ingaggio che sfiorerà i due milioni di euro a stagione. 

Una volta risolte queste trattative, l'Udinese potrà dedicarsi al calciomercato vero e proprio. Occhio alla situazione di Candreva, in prestito alla Lazio ma con obbligo di riscatto della metà. La società biancoceleste vorrebbe acquistare l'intero cartellino, cedendo in cambio l'attaccante ceco Libor Kozak. Mehdi Benatia è sempre più vicino alla Roma, da dove dovrebbero arrivare due giovani. Ultimo, Dusan Basta ha richieste da mezza Europa: Arsenal, Liverpool, Inter e società tedesche osservano la situazione del serbo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento