rotate-mobile
Calcio

Promo A, Maniago Vajont - Venzone 0-4: i ragazzi di Polonia cadono per la prima volta

Il Maniago Vajont è perfetto sulle palle inattive e trova da queste situazioni i tre gol che chiudono il match. Non viene ridimensionato, però, il Venzone: persa la vetta, l'obiettivo resta la salvezza.

Il Venzone cade per la prima volta in campionato e perde la vetta contro un Maniago Vajont che si rilancia nelle zone alte del Girone A di Promozione. Gli uomini di Polonia avevano raccolto dieci punti in quattro gare con solidità e caparbietà, pareggiando nel turno precedente alla trasferta in casa dei coltellai sul difficile campo della Maranese. Per la prima volta, però, la scatola difensiva impermeabile di Polonia è stata aperta dai pordenonesi nell’anticipo, con due gol per tempo. Nella prima frazione Infanti ha trovato un gol su punizione e un assist, sempre da piazzato, per il gol di testa di Bigatton. Nella ripresa i gialloblù firmano ancora un gol con Rosa Gastaldo, abile a liberarsi in area e segnare di testa, e Mazzoli, che si accentra da sinistra e trova un gol di destro per il poker finale. Nel prossimo turno gli udinesi cercheranno il riscatto contro l'arcigna Bujese.

Maniago Vajont - Venzone 4-0

Maniago Vajont

De Piero, Presotto, Vallerugo, Trubian, Beggiato (38’ st Belgrado), Gant, Desiderati (28’ st Danquah), Infanti, Plozner (38’ st Mazzoli), Rosa Gastaldo (41’ st Cattaruzza), Bigatton (11’ st Roveredo). All. Mussoletto.

Venzone

Devetti, Barazzutti, Caserta (13’ st Lestani), Daniel Lo Manto, Paolini, Rovere, Gherbizza (25’ st Righini), Fabris, Enrico Lo Manto, Rosero Arboleda, Collini (3’ st Cappelletti). All. Polonia.

Arbitro: Biscontin di Pordenone.

Gol: Pt 20' Infanti, 23' Bigatton; 2t 41' Rosa Gastaldo 45' Mazzoli

Note: Ammoniti: Beggiato, Rosa Gastaldo, Danquah, Infanti, Enrico Lo Manto. Espulsi: Rosero Arboleda e Daniel Lo Manto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promo A, Maniago Vajont - Venzone 0-4: i ragazzi di Polonia cadono per la prima volta

UdineToday è in caricamento