rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Violenza / Pavia di Udine / Strada Provinciale 78

Giovane calciatore perde la calma e ferisce due avversari triestini

Un giocatore della Gemonese ha aggredito due avversari della Roianese. Il dirigente del club triestino: “Il loro mister ha esasperato gli animi”. È successo al torneo di calcio Memorial Bernardis, Boz e Scussolino, a Risano

Un calciatore 19enne perde la calma dopo la sconfitta della sua squadra e se la prende con gli avversari della squadra triestina, ferendoli entrambi. E' successo al torneo di calcio Memorial Bernardis, Boz e Scussolino, dedicato alla categoria under 20. Il fatto si è verificato ieri, martedì 14 giugno, al campo di gioco di Risano, in provincia di Udine. Alla fine della partita Roianese – Gemonese un giocatore 19enne del team carnico, probabilmente furioso per la mancata vittoria, ha calciato violentemente il pallone colpendo uno dei triestini alla schiena, per poi scagliarsi contro gli altri avversari. Due di questi, che cercavano di fermarlo, sono stati colpiti, uno al volto e uno alla nuca. Quest’ultimo, un ragazzo di 20 anni, ha riportato una leggera ferita alla testa e ha iniziato a perdere sangue, motivo per cui è stata chiamata l’ambulanza. Nessuno è stato tuttavia portato all’ospedale. In seguito sono intervenuti anche i carabinieri. Stando a quanto si apprende nessuno dei ragazzi aggrediti avrebbe per il momento sporto denuncia.

Le scuse della Gemonese

“Sono cose che non devono succedere, ma purtroppo a volte accadono – ha dichiarato al telefono il dirigente della Gemonese Max Gubiani –. Adesso sono due le società danneggiate da questo evento. Ho chiamato il dirigente dell’altra squadra per scusarmi, abbiamo avuto un colloquio molto cordiale”.

Il dirigente della Roianese: "Il mister ha esasperato gli animi"

“E’ stata una partita tranquilla – spiega il dirigente della Roianese Ubaldo Pesce –, probabilmente il loro mister ha un po’esasperato gli animi e uno dei loro ragazzi ha perso il controllo dal nulla. Mi è stato descritto come tranquillo, deve aver avuto una sorta di raptus. Noi adulti, da fuori, dovremmo cercare di dare il buon esempio per evitare questi episodi. Ho comunque ricevuto le scuse dalla società, sia dal presidente che dal dirigente, e anche da alcuni ragazzi tra cui lo stesso autore del gesto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane calciatore perde la calma e ferisce due avversari triestini

UdineToday è in caricamento