Calcio

Dilettanti, tre statistiche sulla terza giornata di campionato

Le sei partite giocate fin qui tra campionato e coppa forniscono le prime indicazioni statistiche agli appassionati per capire quali siano le tendenze interne ai campionati 21/22.

Tre giornate di coppa e altrettante di campionato non sono un campione di partite enorme ma possono offrire un primo resoconto delle tendenze che si stanno manifestando nella stagione della ripartenza. L’annata 21/22 è indubbiamente iniziata sotto una buona stella – il numero di rinvii tra i dilettanti per casi di positività al covid registrato fin qui è quasi nullo – ma è figlia di due anni in cui non si è giocato, con tutto ciò che lo stop ha comportato a livello fisico e tecnico per le squadre e i rispettivi vivai, oltre ai problemi logistici a cui è andata incontro la federazione nello strutturare i vari campionati. Al netto di tutto ciò, ecco tre dati della terza giornata che evidenziano le curiosità, i top e i flop di questo avvio di stagione.

33, come il numero di gol segnati nell’ultima giornata di Eccellenza. Dopo le goleade delle prime due giornate di campionato, era emersa una diffusa preoccupazione a riguardo dei rapporti di forza interni alle squadre del massimo torneo regionale. Nella prima giornata, però, vennero realizzati ben 39 reti, con la seconda che, grazie alla goleada del Torviscosa, ne aveva fatti registrare addirittura 48. E anche se volessimo considerare l’1-12 degli udinesi al Primorec una partita difficilmente ripetibile, i gol segnati nelle altre 11 gare sarebbero comunque 35, due in più di quelli realizzati nelle ultime 12 gare di campionato. È vero, alcune squadre, sulla carta, non hanno il livello tecnico consono all’Eccellenza ma la speranza - e i risultati dell’ultimo turno potrebbero essere un buon indizio – è che con il passare del tempo le piccole si adattino al torneo, diventando più competitive.

5, come i gol realizzati nelle prime tre uscite da Lorenzo Puddu del Torviscosa: 1 all’esordio al Kras Repen, 3 al Primorec e 1, nell’ultima giornata, al Chiarbola Ponziana. Le partite in questa Eccellenza sono poche e si deciderà tutto, per chi arriverà nelle prime tre, ai play-off. Avere un marcatore in grado di segnare con continuità e distribuendo bene i propri gol potrebbe essere la chiave di volta per stare stabilmente al top e il Torviscosa, nella sua rosa super talentuosa, sembra aver trovato in Puddu l’uomo che può rivestire questo incarico.

0, come i punti raccolti dall’Ancona Lumignacco. Un numero che non può che far stranire gli appassionati. I ragazzi di Sante Bernardo avevano giocato una grande fase a gironi di coppa, staccando il pass per i quarti. L’ultima sconfitta in ordine di tempo è arrivata con un Kras Repen che era partito male in campionato. Non essere riusciti a capitalizzare la superiorità numerica avuta per 60’ non è un segnale positivo ma la squadra – nonostante sia l’unica in Eccellenza a 0 in classifica tra girone A e B – gioca bene. Il riscatto, per l’ambizioso Ancona Lumignacco, può essere dietro l’angolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dilettanti, tre statistiche sulla terza giornata di campionato

UdineToday è in caricamento