rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Basket

Apu fermata in Gara 2. La Tezenis porta la serie in parità

La Scaligera gela il PalaCarnera all'ultimo istante. Vincono i gialloblù, la serie si sposta a Verona

Una doccia freddissima per l’Apu Old Wild West Udine che questa sera è stata superata allo scadere da Tezenis Verona per 64-67 al termine di una sfida ricchissima di emozioni. Quella più grande, ancora una volta, l’ha regalata il pubblico che ha nuovamente fatto registrare il sold out al PalaCarnera, bissando i numeri di Gara 1. Mvp del derby Alessandro Cappelletti, autore di 22 punti. Prossimo appuntamento venerdì alle 20.45 all’Agsm Forum per Gara 3.

Udine-Verona, la gara

Rispetto a domenica, coach Matteo Boniciolli effettua una sola sostituzione nel quintetto di partenza: c’è, infatti, Esposito al posto di Antonutti, accanto a Cappelletti, Lacey, Nobile e Pellegrino. Esattamente come accaduto domenica è Tezenis a sbloccare l’incontro con Rosselli dopo un minuto di gioco (0-2). L’Apu impatta subito con Esposito (2-2) e dopo due minuti e 23 secondi di gioco passa per la prima volta in vantaggio con Cappelletti (4-3). A metà periodo massimo equilibrio tra i due team, con Walters (assist di Antonutti) che firma l’8-8. Nei minuti successivi i padroni di casa perdono lucidità sotto canestro, mentre la Tezenis conquista un vantaggio di 4 punti con Johnson e Grant (8-12). Giuri e Mussini annullano il divario (12-12) a un minuto e 36 secondi dalla prima sirena e 40 secondi dopo Italiano sigla la prima tripla bianconera che consente all’Old Wild West di chiudere la prima frazione sul 15-14. In avvio di secondo periodo la penetrazione in area di Cappelletti porta a 3 i punti di vantaggio dei friulani (17-14), mentre due minuti più tardi Antonutti, recuperando il pallone dopo il tentativo fallito di Walters, firma il 20-16 allo scadere dei 24 secondi. La reazione dei gialloblu è immediata: a metà periodo Rosselli e Udom colpiscono dall’arco rimontando lo svantaggio (20-22). A 3 minuti e 27 secondi dall’intervallo lungo il team di Boniciolli pareggia i conti con la schiacciata a due mani di Esposito (22-22), ma successivamente subisce un parziale di 0-9 (22-31).

I punti di distacco salgono a 11 nei primi secondi della terza frazione quando Johnson va a segno dall’area, subendo anche il quarto fallo di Walters (0/1, 22-33). Momento di grande difficoltà per l’Old Wild West che si trova a -13 dopo un minuto di gioco (tripla di Rosselli, 23-36). Ma, come spesso accaduto nel corso della stagione, proprio in situazioni come queste i bianconeri riescono a stringere i denti e riaprire gli incontri: 8-0 il parziale dei friulani, che a 6 minuti e 43 secondi si ritrovano sul -5 (31-36). A 2 minuti e 23 secondi dalla terza sirena Italiano dalla lunetta (fallo di Candussi) accorcia ulteriormente le distanze (2/2, 36-39) e meno di un minuto dopo Mussini firma la tripla del -1 che fa esplodere il Carnera (40-41). L’illusione di poter tornare avanti si infrange nei secondi finali quando Grant e Caroti (allo scadere del periodo) riportano la Tezenis sul +8 (41-49). Il quarto periodo si apre con il libero trasformato da Casarin per fallo antisportivo fischiato a Esposito (41-50). La partita però non è finita: Antonutti sigla il 45-53 e dopo 3 minuti e 15 secondi si sblocca Lacey (47-53), rimasto a secco fino a questo momento. Entrambe le squadre sono in debito di ossigeno e faticano a sviluppare azioni “di senso compiuto”. A riaccendere il pubblico del Carnera ci pensa Italiano con una bomba dall’angolo a 4 minuti dalla fine del match (50-53). Sull’onda dell’entusiasmo a 3 minuti e 35 dal termine del confronto arriva anche il canestro di Walters (52-53), che subisce anche il fallo di Caroti ma non trasforma il libero concesso dalla terna arbitrale. Centottanta secondi dopo lo stesso numero 1 bianconero impatta dalla lunetta (fallo di Johnson, 55-55), ma è poi costretto ad abbandonare il campo per un quinto fallo. A un minuto dalla fine Cappelletti firma il 57-58, ma 36 secondi dopo la Tezenis è nuovamente avanti di 3 lunghezze con Johnson (59-62). Nei secondi finali Cappelletti fa 5/5 dalla lunetta (64-64) ma non basta: proprio allo scadere arriva il buzz beater di Anderson che chiude Gara 2 sul 64-67 (apudine.it).

Udine-Verona, il tabellino

APU OLD WILD WEST UDINE – TEZENIS VERONA 64-67 (15-14, 22-31, 41-49)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 22 punti, Walters 6, Mussini 9, Pieri ne, Antonutti 9, Esposito 4, Giuri 2, Nobile, Pellegrino, Italiano 10, Azzano ne, Lacey 2. All. Matteo Boniciolli.

TEZENIS VERONA: Adobah ne, Caroti 10 punti, Casarin 3, Johnson 14, Candussi 4, Nonkovic ne, Rosselli 9, Pini 3, Anderson 11, Udom 6, Grant 7, Spanghero. All. Alessandro Ramagli.

ARBITRI: Scrima, Radaelli, Miniati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apu fermata in Gara 2. La Tezenis porta la serie in parità

UdineToday è in caricamento