La Graphistudio Tavagnacco in semifinale di Coppa Italia

Le gialloblu si sono imposte sul terreno del Bardolino Verona, capolista nella massima serie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il certificato sul ritorno del Tavagnacco “che piace” viene ufficializzato dal bel successo sul campo del Verona che vale l’accesso alla semifinale di Coppa Italia. Il 4-2 sul sintetico veronese, di fronte alla capolista del campionato, vale molto anche alla luce del buon gioco espresso e della ritrovata grinta, messa in campo dalle ragazze di Rossi. Dopo le prime fasi di studio è la Graphistudio a prendere in mano le redini del gioco.

Il centrocampo friulano pressa alto e innesca alla perfezione il tridente d’attacco composto da Brumana, Bonetti e Mauro. Da un contrasto vincente sulla trequarti, nasce il vantaggio del Tavagnacco con palla sulla corsa di Camporese che entra in area dalla sinistra e serve nel mezzo per Bonetti, il cui sinistro s’infila sotto la traversa (17’). L’ 1-0 è legittimato da altre due occasioni non sfruttate a dovere da Mauro e la stessa Bonetti che però testimoniano la supremazia ospite durante la prima frazione di gioco che va in archivio con il meritato vantaggio friulano. Il secondo tempo ricalca quanto visto finora, con il Verona propositivo ma poco incisivo e un Tavagnacco sornione, sempre pronto a ripartire per creare superiorità numerica e lanciare le sue punte. Il raddoppio, però, giunge al 56’ da un destro di Parisi che Ohrstrom vede all’ultimo momento e non riesce a deviare: è il 2-0 per la Graphistudio.

I festeggiamenti durano poco, perché sul versante opposto una pennellata di Di Criscio, sugli sviluppi di un calcio di punizione da posizione centrale, s’infila di precisione nell’angolino alla destra di Marchitelli. Nonostante il gol subito, la Graphistudio da sempre la sensazione di avere in mano la partita e viene premiata dal perfetto colpo di testa di Sorvillo che al 61’ sfrutta l’angolo di Bonetti per trovare il palo lungo dove Ohrstrom non può arrivare. Le emozioni non sono finite. Il Tavagnacco spreca qualche buona occasione e subisce il secondo gol scaligero, nato da un errato disimpegno di Camporese che Da Rocha trasforma “in oro” con una girata potente e precisa che non lascia scampo a Marchitelli. Mister Rossi predica calma e concentrazione e la squadra risponde con l’ennesima ripartenza di Mauro che all’ 82’ piazza lo sprint imperiale su di Criscio e fulmina Ohrstrom con un diagonale rasoterra per il definitivo 4-2 del Tavagnacco. Partita finalmente chiusa e festa grande in casa UPC, con la squadra sotto la tribuna per ricevere il caloroso applauso del nutrito gruppo di sostenitori friulani.

VERONA BARDOLINO - GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO (2:4)

Reti: 17’ Bonetti, 56’ Parisi. 58’ Di Criscio, 64’ Sorvillo, 79’ Da Rocha, 82’ Mauro.

VERONA BARDOLINO: Ohrstrom, Belfanti, Ledri, Carissimi, Karlsson, Di Criscio, Toselli, Gabbiadini, Da Rocha, Pini (66’ Battocchio), Cantoro (78’ De Stefano). All. Comin.

GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO: Marchitelli, Bissoli, Rodella, Tuttino, Sorvillo, Masia, Bonetti (85’ Riboldi), Parisi, Mauro, Brumana (81’ Zuliani), Camporese (89’ Zitter). All. Rossi.

ARBITRO: Massimo Salvalaglio di Legnano (Barbuscio/Berestean).

AMMONIZIONI: 48’ Bissoli, 50’ Camporese.

Note: campo in sintetico. Spettatori 300 circa.

Torna su
UdineToday è in caricamento