Sport

L'Apu sbanca Pordenone e continua a comandare il campionato

Udine vince il derby oltre Tagliamento di fronte a 2mila spettatori. Zampolli il top scorer

La Gsa Apu Udine fa suo il derby friulano della nona d’andata di serie B davanti a oltre 2000 spettatori, tra cui almeno 100 provenienti da Udine. Gli udinesi passano 72-75 al palaCrisafulli di Pordenone contro la Friuladria e il caso vuole che il risultato finale sia lo stesso con cui la Gsa aveva espugnato il palaDozza di Bologna due turni fa. Ci sono le firme di Poltroneri e Zampolli sull’affermazione della Gsa. Dopo tre quarti silenti, “Poltro” dipinge 10 punti nell’ultimo periodo e si erge ad attore protagonista nel break di 0-14, dal 56-51 al 29’ al 56-65 al 33’, con cui la Gsa indirizza il match. “Gionny”, invece, si dimostra ancora una volta abbastanza glaciale dalla lunetta e tiene a distanza i padroni di casa nelle battute conclusive. Tra i singoli, non è da meno capitan Zacchetti, autore di 12 punti con 19 di valutazione. Così come l’ “architetto” Andrea Piazza: 10 “pezzi” per l’ex di turno. Grazie a questo successo, la Gsa resta in vetta a braccetto con Orzinuovi, passata a Cento nell’anticipo di sabato. Nel prossimo turno, Udine riposa e coach Corpaci dà il rompete le righe ai suoi fino a giovedì compreso. I friulani torneranno, dunque, ad allenarsi venerdì per preparare l’undicesima d’andata in programma domenica 7 dicembre prossima, alle 18, a Montichiari. 

PORDENONE 72

GSA 75

15-22, 36-39, 56-53

FRIULADRIA PORDENONE Toscano 12, Di Prampero 4, Colamarino 15, Nobile 5, Palombita 23, Ferrari 5, Varuzza, Zambon 8, Visentin; non entrato: Begiqi. Coach Ciocca.

GSA APU UDINE Anello 4, Piazza 10, Zacchetti 12, Zampolli 18, Mlinar 6, Di Viccaro 9, Pilotti 6, Poltroneri 10; non entrati: Ciriciofolo e Principe. Coach Corpaci.

Arbitri Semenzato e Chiodi.

Note Tiri liberi: Friuladria 7/13, Gsa 23/28. Rimbalzi: Friuladria 31 (Toscano 6), Gsa 34 (Mlinar 9). 5 falli: Ferrari al 35’ (62-67) e Nobile al 39’ (70-73); antisportivo a Palombita al 15’ (26-27); tecnico a Corpaci al 17’ (27-31).

I commenti. «I nostri ragazzi - dice il presidente Alessandro Pedone - hanno cacciato in soffitta nel migliore dei modi la partita giocata in stato di ipnosi con Lecco, vincendo dinanzi a 2000 spettatori avversari, in un palazzetto incandescente e contro una squadra forte come il Pienne. Mettiamo a referto, quindi, il quarto derby favorevole di fila della mia Gsa contro Pordenone e approfittiamo del turno di riposo perché il bravo nostro coach Corpaci assesti un cantiere ancora aperto su molti fronti. Abbiamo visto che, se vuole, Poltroneri può rendere 10 punti in un solo quarto, adesso lo stiamo aspettando al 100%. Ancora una volta abbiamo sentito il grande tifo del Gruppo deciso e degli altri udinesi al seguito della squadra a cui va un mio particolare ringraziamento».

«Sono contento - dice l’ad e gm, Davide Micalich - per la vittoria, per i tanti tifosi che ci hanno seguito e sono stati fantastici, per la nostra società che sta scommettendo fortissimo su questo campionato e anche per il nostro allenatore a cui va il pensiero più diretto. In settimana, è stato attaccato forse in maniera esagerata. E’ giusto parlare di basket, esprimere le proprie opinioni, ma bisogna distinguere la critica dalla cattiveria. Ho letto di tutto. L’unica cosa che conta è che Luca è il nostro allenatore e ha vinto a Pordenone». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Apu sbanca Pordenone e continua a comandare il campionato

UdineToday è in caricamento