L'Apu chiude l'andata battendo la Cenerentola Orzinuovi, le pagelle

Cromer il migliore dei bianconeri contro i bergamaschi, bene anche Fabi e Beverly

Antonutti a canestro (foto di Giacomo Lodolo)

Il girone d’andata dell’A2 si chiude per l’Apu OWW con l’agevole vittoria casalinga contro la cenerentola Orzinuovi e l’obiettivo fallito per il secondo anno di fila delle Final Eight di Coppa Italia, manifestazione di prestigio e di grande visibilità. Se può essere di parziale conforto anche l’altra (presunta) corazzata del torneo, Verona, è rimasta clamorosamente fuori da questo importante evento. Insomma al primo giro di boa il vertice del campionato è nelle mani delle outsider Ravenna, Mantova, Forlì e Piacenza. Al momento per Udine con 7 vinte e 6 perse il bilancio sembra piuttosto deficitario ma la stagione rimane molto lunga. Il recente cambio di assetto con l’uscita di Riccardo Cortese e l’arrivo di Giulio Gazzotti ha rappresentato una svolta tecnica che deve ancora entrare completamente a regime. I primi segnali tuttavia  sembrano abbastanza positivi. Fabi gioca con maggior fiducia, le conclusioni sono distribuite con miglior equilibrio, Antonutti ha ora un cambio naturale (seppur con un profilo parecchio diverso), le rotazioni dei lunghi sono più ampie. E’ evidente però che tutte queste considerazioni devono trovare conferma in partite di livello e intensità superiori rispetto a quella in casa con Orzinuovi, squadra formata da buoni giocatori di B con l’addizione di  due stranieri troppo giovani e inesperti. Lo stesso discorso dovrebbe valere per la prossima gara con Roseto che di giocatori stranieri ne ha addirittura uno soltanto. Ma se l’Apu OWW vuole risalire la classifica da qui in avanti dovrà vincere in particolare con le squadre di maggior spessore cioè quelle che attualmente la precedono. E per iniziare deve provare con convinzione, tra due settimane, a sbancare Verona che si trova in grande difficoltà. Per tornare al confronto di domenica sera Carnera, gli ospiti hanno tenuto botta per tutto il primo tempo, rincorrendo addirittura Udine sul piano del punteggio (46-44 all’intervallo) grazie soprattutto ai canestri di Bossi, puntuale anche in regia, e Negri. Una tattica non sostenibile alla lunga  per una squadra con chiari limiti offensivi (Orzi è ultima anche per punti segnati) e un evidente gap fisico con l’avversario. Ripartendo proprio dal dominio totale dei rimbalzi (alla fine saranno 45 contro 24!) l’Apu nel secondo tempo ha preso decisamente in mano le redini della partita e con un parziale che la dice tutta – 38-19 – l’ha condotta con tranquillità in porto.

Le pagelle

APU OWW

TJ Cromer 7 Il migliore. Va al ferro praticamente quando vuole approfittando della scarsa consistenza fisica degli avversari. Anche 10 rimbalzi presi con il contorno di 6 assist. Dovrà ovviamente confermarsi contro squadre più toste   

Amato 6 Probabilmente non è ancora a posto e gioca soltanto una quindicina di minuti, tra l’altro spacca il punteggio con i suoi 8 punti di fila nel terzo quarto

Gazzotti 5,5 Si conferma un buon gregario che può dare un contributo di esperienza e fisicità 

Beverly  6,5 Vince con l’esperienza il duello con il centro avversario Mekowulu, atletico ma tecnicamente acerbo, 4/8 da sotto con un paio di schiacciate 

Antonutti 6 Fa fatica a tenere due palleggi dell’avversario ma in attacco si arrangia sempre con talento e furbizia, 4/9 e 7 rimbalzi 

Penna 6,5 Distribuisce energia positiva con la solita grande difesa, all’inizio la mette anche da 3 poi sporca un po’ le medie   

Zilli 6 Talvolta il pubblico rumoreggia perché non guarda il canestro, lui però il suo lavoro di cambio affidabile lo fa bene 

Fabi 6,5 E’ l’uomo più responsabilizzato con l’addio a Cortese. Gioca senza strafare e quasi sempre fa le cose giuste ma in un altro tipo di partita è lecito chiedere qualcosina di più

Nobile 6 Giocatore che risponde sempre presente, anche stasera in 15 minuti complessivi mette la massima applicazione su entrambi i lati del campo  

Jerkovic  ne

All. Ramagli 6,5. Gara di ordinaria amministrazione, capiremo meglio il nuovo assetto nelle prossime settimane  

ORZINUOVI BASKET

Bossi  6,5 , Galmarini  5,5, Parrillo 5,5 , Varaschin 5 , Negri 6,5 , T.Smith  5, Mekowulu  4,5, Carenza 6  

All.  Corbani 6

Tabellino

Apu Old Wild West Udine – Agribertocchi Orzinuovi 84-63 (29-19, 17-25, 20-9, 18-10)

Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 19 (8/9, 1/6), Agustin Fabi 12 (3/5, 1/3), Gerald Beverly 12 (4/8, 0/0), Lorenzo Penna 9 (0/2, 3/5), Michele Antonutti 9 (4/6, 0/3), Andrea Amato 8 (1/3, 2/3), Vittorio Nobile 7 (2/3, 1/2), Giacomo Zilli 7 (2/2, 0/0), Giulio Gazzotti 1 (0/2, 0/1), Matteo Minisini 0 (0/0, 0/0), Daniel Ohenhen osasenaga 0 (0/0, 0/0), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 17 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (T.j. Cromer 10) – Assist: 20 (T.j. Cromer 6)

Agribertocchi Orzinuovi: Matteo Negri 16 (4/6, 1/3), Stefano Bossi 14 (4/6, 1/3), Giovanni Carenza 7 (2/2, 1/5), Tarin Smith 7 (3/8, 0/1), Salvatore Parrillo 6 (0/2, 2/5), Giacomo Siberna 6 (3/6, 0/2), Lorenzo Galmarini 4 (2/5, 0/0), Christian Mekowulu 3 (1/3, 0/1), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 16 – Rimbalzi: 18 3 + 15 (Giovanni Carenza, Lorenzo Galmarini, Christian Mekowulu 3) – Assist: 12 (Stefano Bossi 5)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Il Malignani rischia la chiusura: scuola, Comune e sindacato uniti per evitarlo

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

Torna su
UdineToday è in caricamento