rotate-mobile
Sport

Le pagelle dell'Apu, Cappelletti e Giuri i migliori in campo

Deludono Pellegrino e Italiano, bene coach Boniciolli

E’ un triplone di Giuri a chiudere (82-77) a 1’13” dalla sirena finale una gara bella e tiratissima permettendo così all’Apu di conquistare la quinta vittoria in 6 gare e di confermare il secondo posto in coabitazione dietro la capolista Cantù. Pistoia (che un anno fa si è auto retrocessa rinunciando alla massima serie) ha dimostrato di essere una squadra solida e bene allenata e Udine nonostante l’oggettiva superiorità tecnica e fisica ha dovuto sudarselo fino alla fine il successo di stasera. Il talento e l’esperienza dei dioscuri bianconeri Cappelletti e Giuri alla fine sono stati decisivi nonostante gli 83 punti subiti in casa, un dato che sembra indicare come Udine sia tuttora una squadra che costruisce i propri risultati più sul grande potenziale offensivo che sulla difesa. Rimane il fatto che la chiave del match con Pistoia è stata la schiacciante fisicità dell’Apu il che vuol dire continui mismatch favorevoli e supremazia ai rimbalzi. Forse questo vantaggio poteva essere sfruttato di più per velocizzare il gioco. La pressione fisica, insieme alle rotazioni più lunghe, ha costretto gli avversari ad un grande dispendio di energie (nonché di falli) che è stato poi pagato con la scarsa lucidità nelle giocate decisive.  Rimane comunque il grande merito della squadra toscana di restare attaccata alla partita fino al termine (parziali di fine quarto 21-19, 42-37, 63-65, finale 88-83) rientrando ogni volta che Udine ha provato ad allungare. Da segnalare la gara impeccabile di Wheatle, migliore in campo per valutazione, e quelle positive del play tascabile Jazz Johnson e del sorprendente finlandese Riismaa a lungo in campo al posto del falloso straniero Utomi. In conclusione una considerazione generale. Anche se il viaggio è appena all’inizio la sensazione è che mai come quest’anno l’Apu OWW abbia la possibilità di arrivare fino in fondo. La qualità media dei competitor e un gruppo di italiani di alto livello (tra breve sarà pure ridondante con il rientro di Mussini) impone obiettivamente la promozione come unico traguardo possibile. Non è ammesso tuttavia fare a meno dei due stranieri e in questo senso tutti si attendono dal rientrante Trevor Lacey prestazioni all’altezza della sua carriera e dal centrone Brandon Walters il giusto atteggiamento per giocare in modo produttivo e con continuità la sua prima stagione italiana. Il resto arriverà di conseguenza.

Le pagelle

APU OWW 7

T.Lacey 5,5. Due-tre lampi e poco altro nella seconda partita dopo il lungo infortunio, 3/6 dal campo con 4 perse

Cappelletti 7,5. Il migliore con Giuri. Sono loro i veri americani dell’Apu. 5/7 da 2 e 2/5 da 3 con 7 assist e 7 rimbalzi  

Giuri 7,5. Con Cappelletti che pressa il palleggiatore avversario e porta palla lui è molto più lucido al tiro. 6/12 da 2 e 4/6 da 3

B.Walters 6,5. In crescita rispetto alle ultime uscite, si fa trovare sugli assist (7/10 da sotto) e fa il vuoto con la sua stazza (4 rimbalzi offensivi). Esce per 5 falli di cui i primi 3 in attacco  

Antonutti 6,5. Non benissimo al tiro sfrutta le imbeccate dei compagni sotto canestro e i tiri liberi  (8/9) guadagnati con esperienza, anche 7 rimbalzi

Esposito 5,5. Grande energia ma anche tanta ingenuità, attendiamo miglioramenti con fiducia

Ebeling 6. Inizia tra i primi 5 e fa benino poi solo spiccioli di tempo

Pellegrino 6. I numeri di oggi non sono granché (4 perse) ma rimane importante per la squadra la sua grande determinazione in questo avvio di campionato

Nobile 6. Pochi minuti in cui come sempre dà tutto

Italiano 5,5. La solita difesa salva in qualche modo la prestazione   

Rossi ne

All. M.Boniciolli 7. Vince con il suo basket fisico e con la lunghissima panchina

BASKET PISTOIA 6,5

Della Rosa  5, M.Divac ne, D. Utomi 5,5, Del Chiaro 5,5, Saccaggi 6,5, Magro 5, J. Johnson 7, Wheatle 7,5, Riismaa 7
All. N. Brienza  7
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle dell'Apu, Cappelletti e Giuri i migliori in campo

UdineToday è in caricamento