menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Gsa asfalta Ferrara, le pagelle: Diop monumentale, Veideman e Dykes super

Udine si sbarazza facilmente degli avversari grazie a una grande prova

Nella pallacanestro - ma non solo -  spesso la partita si vince o si perde prima di entrare in campo. Ebbene,  contro Ferrara la Gsa ha avuto fin dall’inizio nei confronti della gara un approccio determinato e  aggressivo che veniva dagli spogliatoi, e probabilmente dagli allenamenti in settimana.                                                                                                                                                              
Nonostante il pronostico a favore ai bianconeri non era affatto una sfida scontata. Anzi, poteva nascondere pericolose insidie se presa sottogamba. Invece, grazie alla giusta mentalità, da non perdere se si vuole guardare in alto, e ad un gioco più dinamico, tutto è diventato più facile (e anche più divertente per il pubblico).    

In avvio di partita Ferrara lascia una quantità industriale di rimbalzi difensivi e di tiri facili a Dykes e company, e solo la precisione nel tiro da tre permette agli ospiti di restare aggrappati alla gara (25-21). Nel secondo quarto le percentuali dei giocatori di Martellossi inevitabilmente calano e il divario inizia ad allargarsi. La partita si spacca definitivamente dopo l’intervallo lungo, con Udine che gioca in fiducia, domina a rimbalzo e ribalta velocemente il campo.                                                                                                                                                                   

Alla fine del terzo quarto (64-49) Ferrara, senza l’americano Rush e con una panchina strutturalmente corta, è in evidente apnea. L’ultima frazione di gioco, con il risultato in ghiaccio, si riduce a una sorta di tiro a segno, nobilitato da un'azione stile Nba di Diop che batte centralmente l’avversario in palleggio e schiaccia a una mano staccando da tre metri.                                                                                                                                                                    
La vittoria, alla fine larga nel punteggio (89-64),  permette a Udine di allungare la striscia vincente a quattro gare e di raggiungere una posizione in classifica molto interessante, subito dietro le favorite Trieste e Fortitudo e le due sorprese di inizio stagione, Jesi e Montegranaro.                                                                  
La prossima trasferta a Verona, contro una squadra rinnovata e molto forte fisicamente, sarà un altro banco di prova significativo per confermare le potenzialità e le ambizioni degli udinesi. Gli esami, si sa, non finiscono mai.

Le pagelle

GSA UDINE

MORTELLARO : voto 7. Fa fin da subito la voce grossa sotto canestro sia in difesa che in attacco (14 punti e 10 rimbalzi, molti offensivi)
DYKES : voto 7 ½. Contro Ferrara imbuca da fuori alla grande (4 su 5 da tre) e diventa devastante, 20 punti con anche 4 assist. Ha un atletismo illegale contro  avversari di fisicità limitata 
VEIDEMAN : voto 7 ½. Il minimo sindacale fino al terzo quarto, poi spiega pallacanestro e snocciola in serie assist, triple e canestri da mani di velluto (19 punti) 
RASPINO : voto 5 . Oggi stranamente estraneo alla gara. Non devono mai mancare concentrazione e cattiveria agonistica perché non ha il talento di Veideman 
BENEVELLI : voto 5. Ripiomba nell’oblio dopo la buona gara con Orzinuovi. Giocatore finora indecifrabile, forse il suo giusto ruolo è di arma tattica partendo dalla panchina
PELLEGRINO : n.e.
PINTON : voto 7. Svolge benissimo il suo lavoro, mette le solite triple e gestisce anche il gioco
DIOP : voto 8. Forse è stata la partita di esordio come protagonista vero (21 punti, con canestri da 3, rimbalzi, stoppate e assist) . Alcune giocate da piano di sopra. Se prosegue così  abbiamo l’impressione che non resterà ancora a lungo in A2   
FERRARI : n.e.
NOBILE : voto 5. Ci dispiace vederlo così insicuro, attendiamo presto segnali  positivi 
ALL. LARDO : voto 7. Il gruppo vive il momento con grande autostima  e questo è molto importante. Lui prepara bene la partita poi chiede ed ottiene dalla squadra un atteggiamento aggressivo in difesa e in attacco 

BASKET  FERRARA

CORTESE : voto 6 ½. Giocatore imprescindibile per Ferrara. Esperto e gran tiratore da 3 (finchè il fiato glielo consente), 18 punti
FANTONI : voto 5. Fisicamente spento e In grande difficoltà, Mortellaro e Diop lo zittiscono subito
HALL : voto 7. Ala alta tuttofare. Si sbatte per 40 minuti, aiuta i compagni, segna 24 punti e prende 18 rimbalzi. Cosa chiedere di più?   
MOLINARO : voto 5. Oggi presenza impalpabile, ci aspettavamo di più dopo l’ottima prestazione contro la Gsa in precampionato
VENUTO : voto 5. Prova deludente del giocatore di S.Vito al Tagliamento. Fatica contro le guardie avversarie e litiga con il canestro (1 su 6 da 3)
RUSH : n.e.
PANNI : voto 5 . Un gregario che, tra assenze e prove incolori dei compagni, rimane molto in campo. Si impegna in difesa ma è tragico al tiro (1 su 10) 
MORENO : voto 5 ½. Entra in quintetto al posto dell’infortunato Rush ma fa più guai che cose buone  
DRIGO : n.e.
ALL. MARTELLOSSI : voto 6. Fa il minestrone con gli ingredienti che ha, cioè pochi. Prova varie difese, ma la tattica non è sufficiente se, oltre all’assenza di uno straniero,  giocatori importanti  per la squadra  come Molinaro, Fantoni e Venuto producono poco o nulla.        
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento