rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport Rizzi / Piazzale Repubblica Argentina

La Gsa batte Imola e chiude al quarto posto la regular season

Per i bianconeri l'avversario dei play off sarà Tortona, vincitrice della Coppa Italia di categoria

Il ritorno alla “normalità” dopo un’impresa è spesso un passaggio non semplice. Per questo, oltre che per l’intrinseco valore dell’avversario, la partita con Imola avrebbe potuto rappresentare per la Gsa una gara con potenziali  insidie. Nella realtà i giocatori di Lardo si sono allacciati le scarpe e hanno aggirato con sicurezza l’ostacolo  portando a casa la vittoria che, insieme ad altre congiunzioni favorevoli,  permette loro di arpionare il quarto posto alla fine della  stagione regolare.

Imola, è giusto dirlo, non aveva più motivazioni di classifica e si è presentata senza il suo stagionato totem Maggioli, centro  dalle mani di velluto e unico vero giocatore di stazza del roster. La squadra, formata da un gruppo di giovani giocatori in sviluppo e da 2 stranieri esperti,  è ben allenata dall’ex-Udine  Cavina che notoriamente predilige un basket organizzato. Qualità anche interessanti, ma con gli avversari  di oggi Imola ha pagato pesantemente dazio sul piano fisico. Così in attacco i romagnoli hanno dovuto girare al largo dall’area colorata e la loro gara si è risolta in una specie di tiro al bersaglio da fuori (ben 38 triple tentate di cui 12 andate a segno).

E’ statisticamente dimostrabile  che tirando soltanto dal perimetro e senza rimbalzi si possono forse vincere un paio di partite su cento e quella di stasera al Carnera non era fra queste. Una volta prese le misure all’avversario e partendo proprio dal dominio delle aree la Gsa ha sempre guidato nel punteggio, dapprima con un margine risicato (38-37 al risposo lungo) e poi allargandosi nel corso degli ultimi due quarti. Sul percorso ha subito qualche mini-rimonta ma non ha dato mai l’impressione di perdere il controllo e quando a 5’ dalla sirena Mortellaro ha messo anche un piazzato dalla lunetta (73-62) la partita si è tecnicamente chiusa. Rimaneva ancora qualche minuto per i classici ribaltamenti di fronte senza più difesa, utili per arrotondare le cifre individuali qualcuno dice invece per inquinarle, 85-71 il risultato finale.  A conferma della svolta positiva tutti i giocatori udinesi si sono espressi  su buoni  livelli con l’unica eccezione di Bushati, in campo per soli 7 minuti e con lo score in bianco.

L’importante quarta posizione in classifica porta in dote l’incrocio iniziale dei playoff con Tortona e l’eventuale bella in casa. I vincitori a sorpresa dell’ultima Coppa Italia di A2 sono certamente squadra da prendere con le pinze ma secondo noi la Gsa 2.0 ha le armi per poter passare il turno. I segnali colti nelle partite del nuovo corso ci inducono alla fiducia, ci sarà occasione per presentare la serie nei dettagli.

Apu Gsa 85-Imola 71 (18-19, 38-37, 61-58)

Apu Gsa Udine 

?Dykes 18, Mortellaro 16, Raspino 3, Nobile 3, Caupain 14, Pinton 6, Ferrari 2, Chiti, Pellegrino 14, Diop 9, Bushati. Coach Lardo.?

Andrea Costa Imola

?Bell 26, Alviti 12, Cai, Wilson 12, Gasparin 8, Prato, Toffali 5, Penna 1, Simioni 7; non entrato: Turrini. Coach Cavina. ?Arbitri Vita, Foti e Maffei.?Note Tiri liberi: Apu Gsa 16/22, Imola 11/15. Rimbalzi: Apu Gsa 44 (Pellegrino 11), Imola 33 (Wilson 11). 5 falli: nessuno.

Le pagelle

Gsa Udine

MORTELLARO 7. 20 minuti di grande qualità. Difesa, rimbalzi e anche 16 punti , è il numero uno del girone nella media di realizzazione da 2 

DYKES 7,5. È incredibile l’energia che riesce a sprigionare, 18 punti conditi da rimbalzi, assist e due stoppate da highlight. Fa anche il papà in campo al giovane Troy

CAUPAIN 7. La prima partita (Trieste) si gioca sui nervi, poi viene il difficile. Ma TC conferma la sua solidità e la sua intelligenza, non è un organizzatore di gioco ma porta palla e fa tante cose utili 

RASPINO  6. Non è un talento offensivo ed ha bisogno di stare in un sistema, aiuta la squadra con la solita difesa atletica

PELLEGRINO 7. In versione Superman, schiacciate e rimbalzi, immarcabile per Imola   

 DIOP 6,5. Riparte in quintetto e fa una buona prestazione a tutto campo confermando la risalita dopo un periodo anonimo 

NOBILE 6. Pochi minuti in campo spesi con diligenza

PINTON 6. Fa il cambio delle guardie e minaccia sempre il suo piazzato da 3. Si capisce che Lardo si fida di lui

FERRARI 6. Sufficienza  meritata per il capitano

BUSHATI 5 . Oggi veloce comparsata,  aveva forse qualche problema ?

ALL. LARDO 7. Dirige con grande serenità e conduce la barca in porto. Nel primo quarto aveva già ruotato tutti i giocatori, evidentemente percepisce messaggi positivi dal suo gruppo

Basket Imola

BELL 7, ALVITI  6,5, WILSON  6, GASPARIN  6, PRATO  5, TOFFALI  6, PENNA  5, SIMIONI 6.

ALL. CAVINA  6,5 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gsa batte Imola e chiude al quarto posto la regular season

UdineToday è in caricamento