menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Michele Antonutti a canestro (Foto Lodolo/Novello)

Michele Antonutti a canestro (Foto Lodolo/Novello)

L'Apu OWW batte la capolista e ora sogna in grande: le pagelle

Deangeli il migliore, sottotono Johnson, Mobio, Pellegrino e Nobile

La penultima di regular season dell’Apu OWW è stata una sorta di anticipo di playoff con la capolista (in coabitazione con Torino) Bertram Tortona. Al termine di una gara molto combattuta Udine ha prevalso di misura, capitalizzando nel finale alcuni errori degli avversari. Curiosamente una storia recente accomunava le squadre, entrambe reduci da una sconfitta in coppa Italia contro la corazzata Napoli, i piemontesi in semifinale ai supplementari, gli uomini di Boniciolli in finale. A proposito di quest’ultima partita non abbiamo compreso il senso delle insistite polemiche sull’arbitraggio. Sappiamo per esperienza che le lamentele per torti subìti (veri o presunti) non portano a nulla se non a inutili frustrazioni o alibi mentali e distolgono energie sul vero obiettivo che rimane sempre quello di lavorare sui propri errori e sui propri limiti. E l’Apu, se farà questo con convinzione e fiducia, potrà certamente arrivare lontano. Con Tortona è stato una gara dura ed intensa, ma senza la cattiveria agonistica che può caratterizzare un confronto senza domani tra due formazioni di alta classifica. A un primo quarto dove ha prevalso l’organizzazione degli ospiti sul talento individuale di Udine (15-20) ha fatto seguito una frazione più equilibrata chiusa sul 35-33 per i bianconeri di casa. Tortona – che vanta la difesa meno perforata del girone – ha, secondo la filosofia del suo coach Ramondino, un sistema offensivo senza stelle ma costruito su giocatori intercambiabili, stranieri compresi. Dopo una partenza di campionato al fulmicotone (12 vittorie filate) ha perso un po’ di smalto, ma rimane una delle candidate alla promozione. Tornando alla gara, per due volte, a metà del terzo quarto (50-38) e all’inizio dell’ultima frazione (62-52), Udine ha preso una decina di punti di vantaggio su rotture prolungate degli avversari ma questi, facendo leva soprattutto sulla difesa, hanno sempre trovato la forza per rientrare in partita. Nel convulso finale tuttavia due sanguinose palle perse a centrocampo di D’Ercole e Fabi hanno permesso a prima a Giuri e poi a Nobile dalla lunetta di produrre l’allungo decisivo. L’estremo tentativo di Sanders entra-esce dal canestro e sul rimbalzo DJ subisce fallo e con 2 tiri liberi suggella la vittoria e manda i titoli di coda (68-64). Con i due punti presi oggi e quelli possibili di sabato contro Trapani l’Apu blinderebbe il terzo posto in classifica, fondamentale per approcciare nel modo migliore la seconda fase di 6 partite (sempre che si giochi). Poi a maggio il vero grande appuntamento con i playoff.

Le pagelle

APU OWW

D.Johnson 5,5. E’ un giocatore perimetrale e soffre le difese molto aggressive come quella di Tortona,  4/11 dal campo e 3 perse
Amato 6. Di incoraggiamento. Rientra dopo oltre 3 mesi, può dare creatività alla squadra 
Giuri 6,5. Stasera impreciso al tiro ma rimane lui il leader designato (4/14 con 4 assist)
N.Foulland 7. Domina sotto i tabelloni con 13 rimbalzi e quando riceve palla (pochine) si crea sempre un’opportunità   
Antonutti 6,5. Minutaggio giusto per un rendimento ottimale, in attacco è sempre un riferimento (23 minuti , 6/11 al tiro) 
Deangeli 7. Il migliore. Oggi non solo stopper in difesa ma anche buone giocate offensive (4/7) e ben 8 rimbalzi
Mobio 5,5. Solito condensato di energia, quando la squadra può correre diventa un altro giocatore        
Pellegrino 5,5. Un contributo marginale rispetto alle sue possibilità  
Nobile 5,5. Stavolta incide meno rispetto alle ultime partite ma i due tiri liberi nel finale sono decisivi    
Italiano 6,5. La difesa sul pari stazza Cannon  è preziosa così come i rimbalzi arpionati. Peccato qualche forzatura nel tiro (3/8)    
Schina 6. Solidissimo in difesa, ormai gioca da interprete consumato  

All. M.Boniciolli 6,5. E’ stata una vittoria corale, tutti utili e nessuno indispensabile, un buon messaggio per l’allenatore insieme ai positivi dati sui rimbalzi, 48 contro 35 di Tortona.

TORTONA

Cannon 6,5, Sanders 6 , Mascolo 5, Severini 5,5, Ambrosin 5,5, D’Ercole 6, Gazzotti 5, Tavernelli 5,5, Fabi 6 

All. Ramondino 6

Tabellino

APU OLD WILD WEST UDINE – BERTRAM TORTONA 68-64 (15-20, 35-33, 53-52)

APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 12 punti, Deangeli 10, Amato, Schina 3, Antonutti 14, Mobio 2, Agbara ne, Foulland 8, Giuri 10, Nobile 2, Pellegrino, Italiano 7. All. Matteo Boniciolli.

BERTRAM TORTONA: Cannon 13 punti, Gazzotti, Ambrosin 6, Tavernelli 3, D’Ercole 10, Fabi 12, Mascolo 6, Severini 5, Sanders 9, Morgillo ne. All. Marco Ramondino.

Arbitri: Tirozzi, Saraceni, Grazia.

Uscito per cinque falli: nessuno.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento