L'Apu si sbarazza con facilità di Roseto, le pagelle

Capitan Antonutti è il migliore dei bianconeri. Bene anche Cromer, Gazzotti, Beverly e Fabi

L'Apu schierata prima del match (foto Giacomo Lodolo)

Senza soffrire troppo l’Apu OWW porta a casa contro Roseto la terza vittoria di fila. Gli ospiti si confermano squadra che sa sprigionare una grande energia ma oggi non vanno molto al di là di quella e in particolare non la mettono mai. Le statistiche del tiro sono impietose a favore di Udine e spiegano praticamente tutto della partita: 55% complessivo contro 35%, da 2 i bianconeri fanno 16/25 contro 17/47 (lo stesso numero di canestri con 22 tiri in meno!), dall’arco 15/32 contro 5/16. Solo sui rimbalzi prevalgono gli abruzzesi 38 (ben 15 offensivi) a 32, e la spiegazione sta proprio nel loro vigore.

La formula di Roseto è semplice e anche efficace considerata la discreta situazione di classifica. Un gruppo di giocatori giovanissimi ed atletici di scuola Stella Azzurra Roma presi per mano alla bisogna da due navigati frequentatori del parquet come Bobby Jones e Simone Pierich (che oggi peraltro hanno fatto più danni che cose buone). Con il budget risicatissimo che la società romano-abruzzese ha a disposizione si tratta di un progetto praticamente obbligato ma che merita comunque simpatia. Tra l’altro Roseto gioca per scelta il campionato con l’handicap, cioè con un solo straniero. Contro questo gruppo non così facile da inquadrare Udine ha giocato una gara saggia facendo leva sulla sua indiscussa superiorità per qualità, panchina lunga ed esperienza. Fin dall’inizio ha saputo dare il pallone in profondità dove Beverly ha spesso sculacciato il bimbo Bayehe e poi sull’inevitabile flottaggio avversario ha saputo colpire da 3 con grande continuità soprattutto con Cromer e Amato.

Abbiamo anche visto la squadra distendersi in alcuni veloci ribaltamenti di fronte e ciò è importante per evitare di dover sempre giocare contro le difese schierate. Insomma prove tecniche di miglioramento ma, lo ribadiamo ancora, tutto dovrà trovare conferma in gare di maggior spessore ad iniziare dalla prossima e delicata trasferta post-natalizia di Verona dove i gialloblu di casa sono reduci, oltre che dal cambio di guida tecnica, da due brutte sconfitte in fotocopia con solo 60 punti segnati e crollo nel finale. L’Apu, se vuole recuperare in classifica  dovrà  approfittare di queste impreviste difficoltà dei veronesi. Per raccontare il confronto del pomeriggio basti dire che la partita vera è durata meno di due quarti. Al primo strappo di Antonutti e Cromer nella seconda frazione Roseto molla di fatto gli ormeggi (44-33 all’intervallo). Il divario si allarga subito nella ripresa (52-35 al 2’) e quando gli ospiti mettono in campo i diciassettenni Giordano e Mabor si capisce che siamo già nel garbage time. Finisce in gloria 84-61 ma attenzione perché per l’Apu la stagione del possibile rilancio inizia ora.

Le pagelle

Apu OWW

TJ Cromer 6,5 Oggi si dedica con successo al tiro da 3 (5/9), per il resto un proficuo allenamento in vista di gare più impegnative

Amato 6,5 Qualche giocata di grande talento e tanta ordinaria amministrazione, sembra in crescita di fiducia e da ex sarà fondamentale la sua prestazione a Verona

Gazzotti 6,5 Se fa scelte semplici può essere molto utile alla squadra, stasera si supera con un 2/2 nelle bombe 

Beverly 6,5 Essenziale e produttivo nei suoi 20 minuti giocati, l’abbiamo visto coinvolto in attacco più del solito

Antonutti 7 Il migliore. Il nuovo capitano sfrutta esperienza e furbizia contro i ragazzini avversari, da segnalare anche una schiacciata in contropiede

Penna 6,5 Parte dalla panchina ma è uno “nato pronto” ed entra subito in partita, la statistica dice  compitino perfetto

Zilli 6 10 minuti di pratiche d’ufficio più la solita difesa spigolosa

Fabi 6,5 Fa le piccole cose giuste e tiene poco la palla in mano, un equilibratore che può fare anche il protagonista ma oggi non serviva

Nobile ne

Jerkovic ng

All. Ramagli 6 Il suo principale compito con Roseto era di tener alta l’attenzione della squadra e tutto fila perfettamente

Roseto Sharks

B. Jones  5, Pierich  4,5, Nikolic 5,5, De Fabritiis  6, Mouaha  5, Canka  5, Oliva ng, Bayehe  6,5, Giordano 6    

All. D’Arcangeli  6

Tabellino

Apu Old Wild West Udine – Sapori Veri Roseto 84-61 (22-15, 22-18, 23-17, 17-11)

Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 16 (0/1, 5/9), Michele Antonutti 16 (5/7, 2/5), Gerald Beverly 12 (6/8, 0/0), Agustin Fabi 11 (2/2, 2/7), Andrea Amato 10 (0/1, 3/7), Giulio Gazzotti 10 (1/2, 2/2), Lorenzo Penna 7 (1/1, 1/1), Giacomo Zilli 2 (1/2, 0/0), Mihajlo Jerkovic 0 (0/1, 0/1), Matteo Minisini 0 (0/0, 0/0), Daniel Ohenhen osasenaga 0 (0/0, 0/0), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 28 2 + 26 (Michele Antonutti 8) – Assist: 21 (Andrea Amato 6)

Sapori Veri Roseto: Jordan Bayehe 18 (8/16, 0/0), Antonio De fabritiis 13 (1/5, 3/7), Bobby ray Jones 12 (2/7, 1/3), Lazar Nikolic 11 (4/9, 0/2), Simone Pierich 3 (0/3, 1/4), Abramo Canka 2 (1/3, 0/0), Nicola Giordano 2 (1/2, 0/0), Aristide Mouaha 0 (0/0, 0/0), Dut Mabor 0 (0/0, 0/0), Pierfrancesco Oliva 0 (0/2, 0/0), Marco Rupil 0 (0/0, 0/0), Matteo Visintin 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 20 – Rimbalzi: 33 13 + 20 (Jordan Bayehe 11) – Assist: 9 (Lazar Nikolic 3)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Il Malignani rischia la chiusura: scuola, Comune e sindacato uniti per evitarlo

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

Torna su
UdineToday è in caricamento