Stato-Regione: Fedriga, ok norme attuazione vittoria autonomia Fvg

Si è conclusa oggi la seduta del Consiglio dei Ministri che ha visto iscritta all'ordine del giorno la discussione delle norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia in materia di coordinamento della finanza pubblica

Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia. Foto ARC Montenero

"Oggi è stato compiuto un passo storico per il Friuli Venezia Giulia, che vede rafforzarsi la propria specialità in virtù della ratifica dei patti sottoscritti lo scorso febbraio tra l'Amministrazione regionale e l'allora ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, i quali sanciscono, tra l'altro, il divieto per il Governo nazionale di introdurre unilateralmente prelievi fiscali a carico della Regione".

È questo il commento del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, al termine dell'odierna seduta del Consiglio dei Ministri che ha visto iscritta all'ordine del giorno la discussione delle norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia in materia di coordinamento della finanza pubblica.

Il governatore ha spiegato che si tratta di "una vera e propria rivoluzione, che consolida l'economia regionale attribuendo all'autonomia del Friuli Venezia Giulia significati nuovi, più prossimi a quelli già riconosciuti alle altre regioni a statuto speciale".

Fedriga ha quindi rimarcato che "il riconoscimento da parte dello Stato del sistema integrato degli enti locali rappresenta inoltre un traguardo importante per i Comuni che potranno operare secondo le esigenze del territorio e per il bene dei cittadini. Un'opportunità, quindi, per erogare maggiori servizi e rispondere con efficienza ed efficacia alle esigenze dei territori".

Il governatore ha infine ringraziato l'ex ministro per gli Affari regionali e le autonomie Erika Stefani "perché grazie al suo lavoro e a quello del Mef, con l'allora viceministro Massimo Garavaglia, abbiamo siglato a inizio anno la storica intesa. Un ringraziamento, inoltre, all'attuale ministro Francesco Boccia per aver favorito il raggiungimento di questo importante obiettivo". 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
UdineToday è in caricamento