rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
La novità

E' realtà il primo gioco da tavolo sulla biodiversità del Friuli Venezia Giulia

Grazie al successo del crowdfunding lanciato lo scorso anno, è stato possibile produrre “Equilibrium” dell'associazione udinese Kaleidoscienza e consegnarlo alle famiglie, scuole ed enti che ne hanno fatto richiesta

Equilibrium, il primo gioco da tavolo che permette di scoprire la biodiversità del Friuli Venezia Giulia, è finalmente realtà. Grazie al grande successo della raccolta fondi online partita lo scorso anno, è stato possibile produrlo e proprio in questi giorni sta arrivando nelle case e nelle scuole di chi l’ha sostenuto e ordinato.

Il progetto è di Kaleidoscienza, giovane associazione culturale udinese che da più di dieci anni si occupa di divulgazione scientifica attraverso strumenti formativi non tradizionali. Equilibrium nasce come un modo divertente per scoprire la ricca biodiversità della regione e, più in generale, gli equilibri che regolano la natura. L’obiettivo è creare consapevolezza e aumentare il rispetto verso l’ambiente che ci circonda.

«Avere il gioco finalmente tra le mani è stata un'emozione incredibile - afferma Giada Rossi, presidente di Kaleidoscienza -, non vedevamo l'ora di consegnarlo ai tanti bambini (ma anche adulti) che fremevano per poterlo giocare. È bello riscontrare quanto interesse suscita nelle persone che provano Equilibrium per la prima volta: la cura e l'amore verso il nostro territorio passa anche attraverso iniziative come questa, che sensibilizzano alla tutela e alla conoscenza della natura e dei suoi equilibri attraverso il gioco».

Scoprire la natura del Fvg giocando

9 mila e 500 euro per 95 sostenitori

Il crowdfunding, promosso dal progetto di CiviBank "CiviCrowd - Comunità di valori" tramite la piattaforma Ginger, ha raggiunto la cifra di 9.500 euro in 90 giorni, grazie a 95 sostenitori. Equilibrium, del quale attualmente sono state prodotte 70 copie, verrà distribuito a coloro che l’hanno scelto come ricompensa partecipando alla raccolta fondi, agli enti e privati che ne hanno fatto richiesta e alle scuole partner del progetto. Nello specifico, verrà utilizzato in 12 scuole del territorio regionale.

L’idea di produrlo, infatti, parte proprio dal contesto scolastico: nel corso del 2020 e del 2021, l’associazione Kaleidoscienza ha fatto provare il prototipo di Equilibrium in 10 classi per un totale di 160 bambini e bambine, ottenendo sin da subito riscontri positivi sia da parte degli insegnanti che dai piccoli giocatori. Da qui, l’idea di lanciare un crowdfunding per poterlo produrre su una scala un po’ più ampia.

«Vorremmo dare la possibilità a molti bambini e bambine di giocare con la biodiversità, - continua la presidente Rossi – Ci auguriamo che, attraverso il nostro gioco, chi vive qui avrà l’occasione di guardare la nostra terra con altri occhi, mentre chi abita nel resto d’Italia potrà scoprire una regione diversa e affascinante. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno permesso di renderlo realtà».

Il gioco

A testimonianza della ricchezza naturale del Friuli Venezia Giulia, sono 5 gli ambienti proposti nel gioco - montagna, collina, pianura, carso, laguna - e 6 le specie per ciascun ambiente, tra cui vegetali, erbivori, insettivori, granivori e carnivori. Equilibrium è basato sul lancio di dadi e sull’utilizzo di carte, l’obiettivo per ogni giocatore è gestire le proprie risorse e capire qual è il momento giusto per far aumentare di numero gli individui della propria specie. Si può giocare da 2 a 4 persone per ciascun ambiente, il gioco è adatto dai 6 anni in su

Il progetto ha il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, della Regione Friuli-Venezia Giulia e il supporto di Civibank, ed è stato realizzato in collaborazione con Play Res, associazione culturale di Modena per la promozione, divulgazione e ricerca sul gioco e la teoria dei giochi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' realtà il primo gioco da tavolo sulla biodiversità del Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento