Trekking in regione: alcune idee

Alcuni consigli sui vari percorsi di trekking da provare in estate nelle montagne del Friuli

@ Immagine tratta da viagginews.com

La montagna friulana non è bella solo d'inverno. Oltre agli sci, infatti, le montagne della nostra regione offrono diverse opportunità di divertimento e sport anche d'estate. Tra queste, ci sono i vari percorsi di trekking che si possono affrontare durante la bella stagione, in compagnia di amici e in famiglia. Ecco, quindi, alcune idee per una passeggiata in montagna.

Alpe Adria Trail

Questo è il nuovo percorso di trekking nel territorio dell'Alpe Adria, ed è adatto sia per gli escursionisti che per gli amanti della natura. Il percorso dà la possibilità di visitare tre nazioni: Austria, Italia e Slovenia. Il percorso, infatti, conta 43 tappe, ciascuna lunga circa 20 chilometri, per un totale di 750 chilometri. L'itinerario parte della montagne della Carinzia, per poi passare in Slovenia e arrivare in Italia, dove si possono scoprire le bellezze della Valle del Natisone e Cividale del Friuli, il Collio, il Carso Triestino e il porto di Muggia. In alternativa, si può optare per il Giro delle 3 Nazioni, un percorso di 123 chilometri con sette tappe giornaliere tra Carinzia, Slovenia e Italia (tutte le informazioni sul sito internet dedicato).

Via Alpina

Questo percorso conta 5 itinerari internazionali, attraversa 8 paesi e conta 342 tappe e più di 5mila chilometri di escursioni. Anche in Friuli Venezia Giulia ci sono dei percorsi targati Via Alpina, e offrono alloggio e ristoro, escursioni e altre offerte alla scoperta del territorio. I diversi itinerari, poi, sono adatti a tutti, in quanto non presentano difficoltà tecniche (tranne nei periodi di innevamento). Per esempio, nella nostra regione c'è il percorso che porta dal mare Adriatico alle Alpi. Si parte da Trieste e dal Carso, per poi arrivare nell'Alto Friuli (qui le informazioni).

Anello delle Dolomiti Friulane

Con questo percorso si possono scoprire diversi territori del Friuli. Ci sono diverse possibilità tra cui scegliere: partenza dal Rifugio Glaf per arrivare al Rifugio Flaiban-Pacherini, escursione che si svolge lungo il Truoi dai Sclpos, ossia il "sentiero delle genzianelle". Oppure, dal Rifugio Flaiban-Pacherini al Rifugio Pordenone (si passa per Passo di Suola, si valica Rua Alta, Pramaggiore, per poi discendere per la bucolica val dell'inferno e la val Postegae). Ancora, dal Rifugio Pordenone al Rifugio Padova (lungo la Val Montanaia) e dal Rifugio Padova al Rifugio Giaf.

Alta via Forni di Sopra

Questo percorso permette di scoprire le bellezze della conca di Forni di Sopra. I diversi itinerari sono adatti sia a principianti che a escursionisti più esperti, in quanto si suddividono per difficoltà del percorso e lunghezza. In ogni momento, poi, l'itinerario può essere interrotto senza problemi. Il punto di partenza e di arrivo di questo percorso è il campeggio Tornerai nella frazione di Andrazza, e può essere compiuto in entrambi i sensi. Tra i percorsi, troviamo: la salita al Rifugio Flaiban-Pacherini; dal Rifugio Pacherini al Rifugio Glaf; dal Rifugio Glaf al Rifugio Casera Tartol; dal Rifugio Casera Tartol al Rifugio Casera Tragonia; dalla Casera Tragonia alla Malga Montamaggiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, ecco quali sono i locali in gara

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Guida Michelin, il Friuli Venezia Giulia si conferma con 10 stelle

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Le migliori scuole di Udine e dintorni

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

Torna su
UdineToday è in caricamento