Il 22 febbraio è lo Sconnessi day 2020

Di cosa si tratta? Perché si festeggia lo Sconnessi day? Ecco tutte le informazioni sulla giornata senza internet

@ Immagine tratta da blog.consulcesi.it

Lo Sconnessi day non è altro che un'intera giornata senza internet, creata per sensibilizzare al corretto uso della tecnologia e alla dipendenza dallo smartphone. Nel tempo in cui tutti, fin dalla tenera età, sono connessi ogni giorno grazie al proprio cellulare, rappresenta una vera e propria sfida.

Le origini

La giornata, quindi, nasce dalla necessità di staccarci (almeno per 24 ore) dal web e dallo smartphone ed evitare di diventare dipendenti dalla tecnologia. L'idea nasce dalla proiezione del film "Sconnessi" di Christian Marazziti (in collaborazione con Consulcesi Club), ed è rivolta a tutti i quartieri d'Italia. L'obiettivo, infatti, è quello di staccare l'attenzione dal cellulare per poterla riporre sulle persone, sui propri vicini, familiari o amici, rigorosamente senza smartphone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa

Incontrarsi offline sembra quasi impossibile ai giorni nostri, eppure già diverse persone di vari quartieri dell'Italia hanno risposto positivamente alla chiamata, organizzando per la giornata aperitivi, feste, caffè senza l'uso dello smartphone. Incontrarsi di persona, poi, è il primo passo per poter creare una comunità di quartiere, che può rappresentare una rete più importante di internet. Inoltre, imparare un uso corretto dello smartphone e della tecnologia, soprattutto per quanto riguarda i social, è un primo passo anche per combattere la piaga del bullismo online, che riguarda sempre più giovani e giovanissimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

Torna su
UdineToday è in caricamento