social Tarvisio

Covid e shopping fuori porta in Austria? Ecco le regole per andare e tornare

Nel centro commerciale più grande della Carinzia, a pochi chilometri da Tarvisio, tamponi gratuiti per il rientro in Italia e numerose promozioni

Atrio, il centro commerciale più grande della Carinzia, può essere una meta ideale e a portata di mano per chi desidera “cambiare aria” con una gita estiva in Austria. A pochi chilometri da Tarvisio, comodamente raggiungibile in auto, dotato di un parcheggio gratuito con oltre 2 mila posti e colonnine di ricarica per le auto elettriche, Atrio offre una vastissima scelta merceologica con 90 negozi, numerosi ristoranti, caffè e bar, il fornitissimo Interspar.

La regola delle "tre G" per entrare in Austria

Gli spazi del centro commerciale, molto ampi, luminosi e architettonicamente armonici, sono sicuri perché costantemente sanificati, anche attraverso un ricambio continuo dell'aria. La mascherina (non è più obbligatoria la mascherina Ffp2, è sufficiente una protezione naso e bocca adatta) va indossata solo nei negozi che vendono generi alimentari.

Nei punti vendita della gastronomia, invece, vale ancora la regola delle cosiddette 3G (vaccinati-Geimpft, guariti-Genesen, testati-Getestet), che è poi quella che si deve rispettare per entrare in Austria dall'Italia. Ocorre dunque munirsi di un documento in lingua inglese o tedesca che attesti che si è vaccinati, guariti da Covid-19 o sottoposti a test Covid-19 (negativo). Sono esenti dall'obbligo della certificazione 3G i bambini sotto i 12 anni. Per il rientro in Italia, invece c'è l'obbligo di esibire una Certificazione Verde Covid-19, da cui risulti, alternativamente, di essere stati vaccinati (ciclo completo), guariti o di aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo (entro le precedenti 48 ore). Necessario anche compilare il formulario online di localizzazione (digital Passenger Locator Form, https://bit.ly/2UGcoLZ).

Tamponi gratuiti e promozioni

Fino al 30 luglio, per gli italiani che rientrano nel Paese dopo una permanenza di durata non superiore a 24 ore a distanza di non più 60 km dal proprio luogo di residenza, non c'è obbligo di test molecolare o antigenico. E se si viaggia con mezzo proprio e non si superano le 48 ore di permanenza all'estero, non è neppure necessario compilare il dPLF. 

Da Atrio, che garantisce un ambiente sicuro e sanificato, e dove si può effettuare il test rapido Covid-19 gratuitamente, c'è un'altra interessante novità: fino al 31 agosto è possibile risparmiare 5 euro nei 7 ristoranti che aderiscono a una promozione (my Indigo, Café Cappuccino, Augustin, Running Sushi, al Dente, Pep Juice Bar, Franz Streetfood) con un'ampia scelta di proposte capaci di soddisfare ogni esigenza e tutti i palati, dai menù tipici locali fino alla cucina salutista. Basta richiedere l'apposito voucher all'Info Point al piano terra, e spendere almeno 10 euro in cibo e bevande in uno dei punti ristoro. Mostrando il buono al momento del pagamento, i 5 euro verranno detratti subito dall'importo della fattura. È possibile utilizzare un solo buono per persona e al giorno. Un'occasione 'golosa' da non perdere, insieme alle tante offerte e agli sconti che caratterizzano l'estate di Atrio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e shopping fuori porta in Austria? Ecco le regole per andare e tornare

UdineToday è in caricamento