rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
social

Non aspettate il 10 agosto per vedere le stelle cadenti, ecco quando vederle meglio quest'anno

Chiamata impropriamente la notte delle stelle cadenti, il fenomeno dello sciame meteorico visibile quest'anno si verificherà prima del 10 agosto, data tradizionalmente dedicata alla "Notte di San Lorenzo"

Mancano pochi giorni per ritrovarsi tutti col naso all'insù per vedere le stelle cadenti. Il 10 agosto, infatti, ricorre la notte di San Lorenzo in cui tradizione vuole che si possa assistere all'affascinante spettacolo delle stelle cadenti. Ma sono davvero stelle? E, soprattutto, è proprio e solo quella la data in cui guardarle? Vediamo cosa sono le stelle cadenti, quando e come guardarle al meglio questa estate 2022.

Le stelle cadenti

Anche se tutti le chiamiamo così, in realtà le stelle cadenti sono più propriamente delle meteore. Le stelle, infatti, sono caratterizzate da una luce “fissa” e non cadono affatto. Quelle che si vedono prevalentemente in questo periodo dell'anno infatti sono meteore, più precisamente Perseidi. In agosto la Terra passa attraverso lo sciame di queste meteore.

«Il fenomeno si verifica quando la Terra passa in prossimità dell’incrocio tra la sua orbita e quella della cometa in questione, ‘tuffandosi’ così nella nube di polveri seminata da quest’ultima lungo il proprio percorso attorno al Sole - commenta Gianluca Masi, astrofisico, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project -. Questi grani di polvere, penetrando a gran velocità nell’atmosfera terrestre, bruciano per attrito, lasciando così nel cielo la caratteristica scia».

La leggenda

La tradizione prende il nome da una leggenda, precisamente quella del martirio di San Lorenzo che, arso vivo sulla graticola, ha ricordato la forma delle stelle cadenti, quasi fossero i tizzoni ardenti che hanno portato il santo alla morte. Il 10 agosto è, appunto, San Lorenzo.

Quando vederle quest'anno

Come tradizione vuole, è il 10 agosto, appunto, la giornata in cui volgere lo sguardo al cielo e aspettare di vedere “cadere una stella”. In realtà il fenomeno si verifica prevalentemente nelle giornate a ridosso del 10 agosto e quest'anno si possono già vedere, forse anche più e meglio, già dal 2.

Dopo un 2021 a dir poco memorabile, per il 2022 le condizioni osservative delle Perseidi saranno decisamente meno favorevoli. La Luna, infatti, sarà piena all’alba del 12 agosto, proprio in corrispondenza del massimo, dunque guastando la festa. Essa rappresenta l’ultima Superluna dell’anno. Tuttavia, considerando che le meteore sono attive su un ampio intervallo temporale, è possibile giocare d’anticipo, puntando ad esempio alle notti tra 8-9 e 9-10 agosto. In quelle date, una volta tramontata la Luna, la parte finale della notte – fino all’alba – offrirà per almeno un’ora le condizioni di visibilità migliori, anche per ragioni astronomiche. Tecnicamente, infatti, si può osservare a qualsiasi ora, ricordando però che nella seconda parte della notte si assiste ad un sensibile aumento dell’attività meteorica, poiché all’alba l’osservatore è sulla parte della Terra che avanza lungo la propria orbita verso le polveri cometarie, dunque è come se vedesse dal “parabrezza”, anziché dal “lunotto” posteriore del nostro pianeta. Questa condizione, unitamente al tramonto della Luna, garantisce perciò dei buoni risultati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non aspettate il 10 agosto per vedere le stelle cadenti, ecco quando vederle meglio quest'anno

UdineToday è in caricamento