rotate-mobile
social Ampezzo

Di notte nel bosco tra Sbilfs e Aganis, apre il primo percorso naturalistico notturno d’Italia

Aperto ad Ampezzo fino al 31 ottobre, giorno e notte, Lumina Milia è il primo percorso naturalistico notturno d'Italia, un'area naturale privata di 5 ettari all’interno della quale convivono differenti ecosistemi

Appena la luce lascia spazio all’oscurità, il bosco cambia aspetto, rivela tutti i suoi segreti notturni, stimolando un’esperienza cognitiva, emotiva e sensoriale, amplificata dalla notte con i suoi colori, suoni e profumi.

Aperto fino al 31 ottobre, giorno e notte, è il primo percorso naturalistico notturno d'Italia ed è stato creato ad Ampezzo da “Lumina Milia”, un'area naturale privata di 5 ettari all’interno della quale convivono differenti ecosistemi.

Immersi nella natura notturna

Accompagnati dai versi dei molti animali notturni, si giunge sino ai margini del torrente Teria che, ancora oggi, molti giurano abitato da (esseri fatati della tradizione carnica-friulana abitanti dei boschi e dei corsi d’acqua). Il sentiero ad anello in sette “tappe” si completa in circa un'ora e venti minuti dopo aver percorso 1 chilometro e mezzo, superato 100 metri di dislivello, 140 scaloni e differenti ecosistemi: la faggeta, il bosco misto, il bosco ripariale, il torrente ed il prato.

 «Il progetto – spiega Daniele Revelant, responsabile di Lumina Milia – intende approcciare la conoscenza della natura secondo un metodo esperienziale. Facciamo così vivere al visitatore esperienze particolari, combinando le dinamiche naturali con emozioni e sensazioni. Divulghiamo, quindi, i misteri del bosco, la bellezza delle piante spontanee e l’utilità di quelle officinali. Il tutto secondo il principio della didattica leggera, ovvero conoscere con dolcezza e con un pizzico di alchimia».

lumina_milia_3-2

Un luogo misterioso

Mistero anche sul luogo preciso di dove si trovi il Parco. «Un dispettoso sbilf – scherzano sul sito di Lumina Milia – ha preso possesso di questa pagina web. Il suo intento è quello di impedire la scoperta del suo villaggio, oscurando così le indicazioni per raggiungere la meta». Niente paura, comunque, perché le indicazioni automobilistiche per raggiungerlo verranno allegate alla prenotazione.

L’accesso al Parco è contingentato ad un numero limitato di persone. Non è un “parco giochi” ed è pertanto più idoneo agli adulti ed adolescenti, piuttosto che ai bambini. La prenotazione sul sito luminamilia.com è sempre necessaria.

lumina_milia_4-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di notte nel bosco tra Sbilfs e Aganis, apre il primo percorso naturalistico notturno d’Italia

UdineToday è in caricamento