La leggenda del castello di Gemona

Qual è la storia del castello? A quando risalgono le sue origini? Ecco la leggenda del castello di Gemona

@ Immagine tratta da gemonaturismo.com

Il castello di Gemona, posto su uno sperone di roccia a guardia della città, è di origine celtica. In seguito, fu fortificato dai Longobardi e, in epoca romana, grazie alla sua posizione strategica, era usato per sorvegliare la via Julia Claudia ad Noricum.

Il castello

Ancora oggi il castello è raggiungibile a piedi da via Bini, nel centro storico di Gemona del Friuli. Nonostante i danni causati dal terremoto del '76, infatti, la struttura antica è stata ricostruita e oggi si possono vedere ancora numerosi resti. Oltre alla cinta muraria, si può osservare il torrione e diversi vani interni al castello. Dalla collina, inoltre, si può ammirare il panorama sulla pianura friulana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La leggenda

Come per altri manufatti antichi, anche sul castello di Gemona si tramanda da anni una leggenda avvolta nel mistero. Molto tempo fa, un ambulante senza denaro giunse a Gemona in una notte d'estate. Non avendo soldi, si fermò a dormire sotto il Palazzo del Comune e a mezzanotte, venne svegliato da una voce che gli sussurò: "se hai coraggio, domani sera a quest'ora fatti trovare nuovamente qui". Scosso dalla curiosità, il giorno seguente l'ambulante seguì le indicazioni della strana voce, e si ripresentò a mezzanotte nello stesso posto. Qui, udì ancora quella voce, che gli disse: "devi seguirmi alla torre del Castello e lì dovrai gettare un sasso e, poco dopo, vedrai comparire una tremenda bestia a cavallo di una cassa con una chiave in bocca; non devi aver paura. Il tuo compito sarà quello di strappare dalla bocca della bestia la chiave prima che scocchi l'una di notte". Anche se intimorito, l'ambulante fece quanto richiesto, ma proprio quando sembrava avercela fatta, scoccò l'una di notte. La bestia e la cassa scomparvero tra le fiamme, e l'ambulante fallì la sua missione. Allora la voce disse: "avevo la speranza di essere liberata da te; purtroppo ora dovrà nascere un nuovo albero da cui ricavare la culla per un altro uomo che possa aver maggior fortuna". L'anima, ancora oggi, attende qualcuno che la liberi e la leggenda continua a essere tramandata: sotto il castello di Gemona potrebbe essere sepolto un tesoro e si aspetta ancora l'uomo giusto per poter risolvere questo mistero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

Torna su
UdineToday è in caricamento